×

Pena ridotta per Gianni Nicchi

Condividi su Facebook

Arrestato lo scorso 5 dicembre a Milano, per Gianni Nicchi, reggente della cosca di Pagliarelli, la pena da scontare risulterà leggermente ridotta dal provvedimento preso dalla terza sezione del tribunale di Palermo che lo ha assolto dall’accusa di estorsione alla ditta di autotrasporti Cuffaro, con sede a Casteltermini in provincia di Agrigento. Gianni Nicchi è stato uno dei mediatori che hanno permesso il ritorno in Sicilia dei cosiddetti “fuoriusciti”, ovvero le famiglie mafiose decimate dalla guerra di mafia voluta dai corleonesi capeggiati da Totò Riina e Bernardo Provenzano. Allo stesso Nicchi, dopo il suo viaggio negli Stati Uniti per prendere contatto con il ramo mafioso americano, era stato addirittura ordinato di sciogliere nell’acido i Lo Piccolo, invisi al boss Nino Rotolo.

Lo stesso Nicchi scampò ad un regolamento di conti che i Lo Piccolo vollero riservargli dopo la cattura del suo protettore, mandando Francesco Franzese, boss della famiglia mafiosa di Partanna Mondello ad ucciderlo. Fortunatamente per Gianni Nicchi, rifugiatosi a due passi dal tribunale di Palermo, arrivarono prima gli agenti della squadra Catturandi.

Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.


Contatti:

1
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
giuseppe

nicchi è stato arrestato a palermo e non a milano


Contatti:
Francesco Quartararo

Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.

Leggi anche