×

Per Krasic è fatta…anzi no…

Condividi su Facebook

Krasic non vede l’ora di poter firmare il suo contratto con la Juventus, sta aspettando questo momento da tutta l’estate, ha rifiutato l’offerta del Manchester City, ha espressamente chiesto ai dirigenti del Cska di andare alla Juventus e sta per essere accontentato”, il procuratore dell’esterno serbo, Dejan Joksimovic, in sintonia con quanti affermavano che l’affare Krasic fosse ormai in dirittura d’arrivo aveva lasciato presupporre una firma ormai davvero prossima. “Sappiamo che l’interesse della Juve per il giocatore non è mai calato e ora da parte russa ci sono tutte le condizioni per chiudere l’affare”, aveva sottolineato anche l’altro procuratore, Marko Naletilic, che in collaborazione con Joksimovic sta portando avanti la mediazione tra il club bianconero e quello russo per portare a Torino il proprio assistito.

Tuttavia, dopo che nelle scorse ore erano arrivate conferme su conferme, che potevano già lasciar pregustare il nuovo colpo di mercato di Marotta, ai microfoni di Calciomercato.it il rappresentante italiano di Krasic, Vlado Borozan, ha smentito ogni voce che suggerisse la possibilità di un accordo imminente: “Che ci sia già un accordo tra i due club per la cessione del giocatore è un’invenzione – afferma Borozan -. In questo momento siamo fermi: non ci sono stati contatti tra la Juve ed il procuratore nè col Cska Mosca: l’interesse rimane, ma credo che la svolta possa esserci dopo ferragosto visto che tutte le società europee sembrano aspettare le ultime due settimane per fare mercato. Milos aspetta i bianconeri anche se molte squadre lo vorrebbero prendere: il Cska Mosca ha fissato il prezzo, quindi è con loro che devono parlare – prosegue Borozan, che poi parla dell’ipotesi di inserire Iaquinta nella trattativa -.

Non credo sia possibile: l’attaccante juventino ha un ingaggio troppo alto per le casse del club russo”.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche