Perché aumenta la benzina - Notizie.it
Perché aumenta la benzina
News

Perché aumenta la benzina

I consumatori di tutto il mondo hanno visto il costo del carburante continuare a fluttuare per tutto l’anno. Ciò solleva una domanda legittima: “Perché i prezzi del petrolio salgono e scendono?” I prezzi del petrolio greggio sono aumentati notevolmente negli ultimi anni. Le cause? Una forte domanda mondiale, una limitata capacità di riserva di produzione di petrolio, e la continua instabilità politica in alcune delle regioni produttrici di petrolio. Poiché il prezzo del petrolio greggio ha l’impatto più significativo a lungo termine sul prezzo medio del petrolio, contribuendo a quasi il 50 per cento del prezzo di vendita al dettaglio, non è perciò sorprendente assistere a un progressivo aumento del petrolio. Giocano un ruolo rilevante anche le tasse applicate per ogni litro di petrolio che possono aumentarne il costo per litro fino al doppio di quello iniziale. Sebbene sia il costo del greggio ad avere il maggior impatto sui prezzi medi del petrolio, a lungo andare, le condizioni di mercato locali, tra cui l’aumento della domanda, la concorrenza, e la regolamentazione del governo, possono anche avere un impatto rilevante sui prezzi del petrolio.

Si spiegano così alcune variazioni nei prezzi del petrolio in diversi mercati. In qualsiasi situazione di mercato, gli squilibri tra la domanda e l’offerta possono influenzare i prezzi. Così com’è noto che le difficoltà di approvvigionamento portano a un repentino aumento dei prezzi; si tratta di difficoltà che possono derivare da un’interruzione non pianificata della raffineria, da problemi di gasdotti, o da un aumento inatteso della domanda. Al contrario, un rifornimento di lunga durata, laddove l’offerta superi la domanda, può portare al ribasso del prezzo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche