A cosa serve il muco e perchè cambia colore?
Perché è verde il muco?
Salute

Perché è verde il muco?

muco

Le secrezioni del corpo sono molte, a volte persino disgustose, ma esistono per un motivo: ci proteggono dagli agenti esterni. Il muco è il re di tutte le secrezioni del nostro corpo.

Il muco verde: cos’è? Perché lo produciamo? Il corpo secerne delle sostanze che potrebbero sembrare disgustose agli occhi umani. In realtà le secrezioni hanno un ruolo fondamentale nell’equilibrio del nostro organismo e meritano di essere rispettare e studiate. Tra queste si ricordano il cerume, con il compito di proteggere i padiglioni auricolari dalle minacce esterne e il sudore, spesso maleodorante, che ha lo scopo di espellere le tossine e il muco.

Il Muco e i suoi misteri

È un colloide prodotto da ghiandole specifiche che si trovano in diverse parti del corpo, per lo più è composto da acqua e sale mescolati con proteine e contiene anticorpi per combattere le infezioni. Quando è sano il muco è chiaro e trasparente, ma cambia colore quando il corpo sta combattendo contro i virus.

Le Mucose

Le mucose si trovano nei polmoni, nell’intestino, nella bocca, nello stomaco, nel naso e in altre parti del corpo. Il muco nasale, in particolare, aiuta a trattenere le particelle nocive inalate con la respirazione, impedendo che arrivino ai polmoni e a espellerle attraverso i colpi di tosse e gli starnuti.

Il Raffreddore

Il naso e i seni nasali producono una secrezione chiara quando vengono infettati dal virus del raffreddore, per eliminare i germi nel passaggio nel setto nasale.

Nel momento in cui il virus attecchisce e non viene curato, allora il muco diviene giallo oppure verdastro.

I Rimedi

A volte la produzione di muco nasale è eccessiva, in particolar modo in quelle persone che sono soggette ad allergie o a sinusiti croniche. Alcuni rimedi ci vengono offerti dalla medicina moderna, ovvero decongestionanti e antistaminici: i primi causano il restringimento dei vasi sanguigni presenti nei setti nasali e riducono quindi la secrezione, mentre i secondi contrastano l’attivazione delle reazioni allergiche. Per chi non desiderasse ricorrere a farmaci, esistono anche rimedi naturali. Uno dei più utilizzati è forse quello dell’irrigazione nasale: una boccetta con soluzione salina inserita nella narice che immette la soluzione nel setto nasale eliminando l’eccesso, espellendola dall’altra narice. Lo scopo dell’irrigazione è quello di ridurre la presenza di muco all’interno del naso, ma il lavaggio non riduce solamente la presenza di virus, infatti, un eccessivo utilizzo di questo rimedio causa l’eliminazione anche di agenti positivi presenti nel naso, aumentando il rischio di infezioni.

Non è detto comunque che l’eccessiva produzione di muco sia causata necessariamente da un’infezione; in situazioni particolari può dipendere anche da altri fattori. Una cattiva alimentazione, per esempio, può causare allergie ed esposizione a elementi possibilmente irritanti. Generalmente, in queste occasioni, sarebbe opportuno limitare la carne di maiale e il latte di mucca perché la loro assunzione, in modo smoderato, potrebbe avere questi risvolti.

Il muco e le infezioni

Secondo la tradizione popolare, avere il muco nasale verde o giallo implica assumere antibiotici per catarro verde a causa di una infezione batterica. Questo fatto non è del tutto veritiero. Infatti, a volte è un virus la causa di questo problema. Quindi ricordate: avere il muco verde non significa necessariamente che avete bisogno di antibiotici.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche