×

Criptovalute: perché investire?

Ecco quali sono i vantaggi degli investimenti in criptovalute e quali sono le differenze con la moneta tradizionale.

criptovalutale

In una società profondamente digitalizzata come quella attuale, l’avvento delle monete virtuali era solo una questione di tempo. Le criptovalute sono una realtà che, malgrado possa sembrare una contraddizione in termini, si sta imponendo sempre più nel contesto economico attuale, divenendo sempre più concreta e ricca di opportunità per chiunque decida di entrare in quest’ambito.

Il successo delle criptovalute

Che le monete tradizionali siano soggette a variazioni di valore è assodato: le alterazioni che stanno caratterizzando le principali monete mondiale, e specialmente l’inflazione del dollaro in risposta alla congiuntura internazionale, sono soltanto degli esempi di come le valute ordinarie siano in qualche modo instabili. Vale la pena specificare che anche le criptovalute sono suscettibili a forti variazioni di valore, a causa di quel parametro che prende il nome di volatilità e che le caratterizza in maniera particolare: tuttavia, la loro capacità di tenuta, emersa anche in seguito alla crisi dei Bitcoin, ossia la moneta virtuale più famosa e affermata al momento attuale, è evidente, soprattutto a confronto delle valute tradizionali.

Questa resistenza innata delle crypto nei confronti dei normali processi di inflazione e stagnazione dell’economia ha portato molti utenti a decidere di investire nelle criptovalute, in un processo di trading che si rivela, a conti fatti, più vantaggioso del procedimento necessario alla loro estrazione, o mining. Entrando più nello specifico, a proposito del mining delle criptovalute si può affermare che questo processo sia estremamente dispendioso in termini di energia impiegata e potenza tecnologica e di calcolo necessaria: da qui la difficoltò di entrare in questo meccanismo, per chiunque non disponga di queste risorse.

Chiunque metta a disposizione la propria elevata potenza di calcolo per alimentare la blockchain, in cambio, ottiene una percentuale in criptovalute, che decreta il successo dell’operazione di mining. La difficoltà di questo procedimento, tuttavia, può essere agevolmente aggirata grazie a operazioni di trading che permettano di approfittare della volatilità stessa delle crypto, e dunque di acquistarle quando il loro valore scende ed eventualmente venderle al momento del rialzo.

Operare in sicurezza

Essendo la valuta virtuale criptata, essa garantisce delle transazioni estremamente sicure in una varietà di contesti sempre più estesa. E-commerce, siti di intrattenimento, fornitoti di servizi a vario titolo hanno cominciato ormai ad accettare criptovalute, con Bitcoin ed Ethereum in testa, per le operazioni di pagamento, in un circolo virtuoso che permetterà una diffusione sempre maggiore di questi strumenti.

Per garantire una maggiore sicurezza, è necessario tuttavia seguire alcuni accorgimenti:

  • Distinguere il dispositivo su cui sono depositate le proprie criptovalute da quello su cui si operano le principali transazioni e le operazioni di navigazione più frequenti, così da evitare eventuali rischi collegati ad hacker e falle nei sistemi di sicurezza digitali.
  • Sfruttare i principali antivirus e sistemi di cyber security per poter tutelare il proprio portafoglio di crypto.
  • Usare una connessione sicura e navigare solo su siti internet affidabili, muniti anch’essi dei principali protocolli di sicurezza.

È dunque evidente che le criptovalute siano destinate a ottenere un successo sempre maggiore, grazie alla loro capacità di resistere alle principali fluttuazioni di mercati e di rivelarsi un bene rifugio all’altezza dei più tradizionali. Tuttavia, bisogna sempre mantenere alta la soglia di sicurezza, per poter difendere al meglio il proprio portafoglio crypto.

Contents.media
Ultima ora