×

Perché porta sfortuna rovesciare il sale? L’origine della superstizione

Sono diverse le superstizioni legate al cibo e quella secondo cui rovesciare il sale porti sfortuna è sicuramente una delle più conosciute.

Perché rovesciare sale sfortuna

Ci sono superstizioni che hanno resistito per secoli, arrivando a essere parte della cultura popolare anche ai giorni nostri.

Diverse superstizioni sono legate al cibo

Molte superstizioni hanno a che fare con il cibo, la cucina oppure la tavola e una delle più conosciute riguarda certamente il rovesciare il sale.

Perché rovesciare il sale porta sfortuna?

Si dice che rovesciare il sale porti sfortuna perché un tempo esso era un bene preziosissimo (il termine latino salario, per esempio, deriva dall’unione di sal, sale, con la desinenza arium, che indica attinenza; nell’antica Roma, infatti, i soldati delle legioni venivano pagati con una certa quantità di sale).

Non è difficile immaginare, quindi, che sprecarlo venisse visto come un evento malaugurante.

Lo stesso discorso vale per l’olio (che è anche difficile da pulire).

Appoggiare il pane al contrario è presagio di morte

Tra le altre superstizioni legate al cibo, troviamo quella per cui il pane appoggiato al contrario, quindi con la cupola sotto, sarebbe presagio di morte.

Un tempo la morte era il principale tabù per gli esseri umani, quindi tutto ciò che con essa aveva a che fare andava allontanato.

Il boia veniva isolato e anche il pane per lui preparato non doveva entrare in contatto con quello per gli altri, quindi veniva capovolto dal fornaio.

Leggi anche: Perché porta sfortuna non guardarsi negli occhi durante il brindisi?

Leggi anche: Perché porta sfortuna rompere lo specchio?

Contents.media
Ultima ora