×

Perché si dice “limonare”? Significato e origine del sinonimo di “baciare”

Qual è l'origine e il significato del termine "limonare"? Scopriamolo insieme.

Bacio

Quante volte vi è capitato di baciare una persona e qualcuno vi ha detto: “Avete limonato“? Molti lo dicono automaticamente, senza pensarci nemmeno al significato di questo sinonimo. Ma se non sapete come mai si usi proprio quest’espressione, noi possiamo spiegarvelo.

Significato e origine del termine “limonare”: la prima versione

Stando a quanto riporta Focus, questo modo di dire è tipicamente settentrionale, in quanto, in Lombardia, i limoni erano venduti a coppie. Dunque l’immagine di quei due limoni ha fatto pensare subito alle coppie di fidanzati. Se i fidanzati erano visti come due limoni, baciarsi non poteva non avere come sinonimo proprio limonare.

La versione della Treccani

Stando invece alla definizione della Treccani, limonare è una “voce di origine settentrionale, forse allusiva al movimento della mano nello spremere un limone“.

Quando si parla di limonare non si intende un bacio sulle labbra, ma un bacio con la lingua o, come dicono gli inglesi, un “French kiss”. Se dovessimo prendere in considerazione la Treccani, quindi, il movimento della mano che spreme un limone rappresenterebbe due lingue che si intrecciano e compiono un movimento rotatorio.

Come realizzare un’ottima “limonata”?

Ora che abbiamo scoperto come mai il sinonimo di baciarsi è limonare, vediamo la ricetta per un’ottima “limonata”.

È necessario fare una premessa: non esiste il bacio perfetto. Ognuno è libero di esprimere il suo amore come meglio crede. Non c’è una regola convenzionale per baciare con la lingua una persona, anche se la teoria vorrebbe che le lingue di due persone che si baciano vadano ad intrecciarsi compiendo un movimento rotatorio. Spesso la pratica è totalmente diversa dalla teoria. Mentre le labbre di due persone si avvicinano, presi dall’eccitazione e anche un po’ dall’ansia di baciarsi per la prima volta, ci si dimentica completamente di questa regola.

Nella maggior parte dei casi, infatti, si cerca di seguire i movimenti del partner o della partner finchè non si raggiunge un equilibrio ed una sintonia che vanno a creare il bacio adatto e perfetto per quell’occasione.

Altri consigli: igiene ed alimentazione

Per realizzare un’ottima “limonata”, inoltre, non c’è bisogno solo di tanta pratica, passione e coinvolgimento. Altri due elementi fondamentali sono l’igiene e l’alimentazione. Il primo punto è anche inutile da spiegare. Chi limonerebbe mai una persona con un alito cattivo? Quindi ricoradate sempre di lavare i denti. Per quanto riguarda il secondo punto, invece, sembrerà banale ma avere una buona alimentazione riduce il rischio di alitosi, che prescinde dall’igiene orale. Se prima di un bacio si mangiano o bevono cibi e bevande molto acide si rischia di soffrire di reflusso gastroesofageo. In quel caso, nessuno spazzolino, dentifricio o mentina saranno d’aiuto. L’alito cattivo arriverà alla lingua direttamente dallo stomaco. In sintesi: lavate i denti, non mangiate troppo o male e lasciatevi andare.

Contents.media
Ultima ora