Ipersudorazione, di che patologia si tratta e come contrastarla
Ipersudorazione, che patologia è e come contrastarla
Salute

Ipersudorazione, che patologia è e come contrastarla

Sudore
Sudore

L'ipersudorazione, o iperidrosi, è una patologia quantomeno spiacevole. Esistono però molti tipi di rimedi per contrastarla, sia medici sia naturali.

La sudorazione è regolata dalle ghiandole sudoripare ed è necessaria per mantenere la temperatura corporea intorno ai 37 gradi centigradi. In condizioni normali il nostro corpo produce circa mezzo litro di sudore al giorni, durante i mesi estivi raggiunge anche i 2 litri. Tuttavia, quando il nostro organismo inizia a produrre una smodata quantità di sudore, può essere anche un campanellino d’allarme: si può infatti trattare di ipersudorazione o iperidrosi, una patologia sicuramente spiacevole. Le parti più colpite, generalmente, sono le ascelle, le mani, i piedi, le cosce e la fronte. Fortunatamente le scienze farmaceutiche hanno sviluppato medicinali e terapie per contrastare questo fenomeno e, in casi lievi, si può fare ricorso a rimedi naturali.

Ipersudorazione, una patologia contrastabile

In una giornata afosa o stressante, può capitare a tutti di ritrovarsi letteralmente in un “bagno di sudore”. La sudorazione è un meccanismo necessario per eliminare il caldo accumulato e abbassare la temperatura corporea. Tuttavia, quando la secrezione supera i livelli normali, diventa una vera e propria patologia: si parla, infatti, di iperidrosi, comunemente nota come ipersudorazione.

L’iperidrosi, ossia l’eccessiva secrezione di sudore delle ghiandole sudoripare, è un disturbo alquanto fastidioso e più frequente di quanto si possa pensare.

L’iperidrosi potrebbe essere anche un campanellino d’allarme per altre patologie, come: problemi alla tiroide, alla circolazione cardiovascolare o anche diabete.

Rimedi naturali e farmaci per l’ipersudorazione

L’ipersudorazione può essere ridotta tramite la somministrazione di antitraspiranti a base, per esempio, di cloruro di alluminio. Per prevenire l’iperidrosi si consiglia inoltre di indossare preferibilmente abiti di cotone o di lino.

I rimedi naturali per l’ipersudorazione sono innumerevoli: la salvia, infatti, oltre ad essere un’erba aromatica è anche un’efficace rimedio per tale patologia. Nella forma di olio essenziale può essere aggiunta all’acqua bollente ed essere bevuta come infuso; può anche essere aggiunta all’acqua tiepida per un bagno rilassante e rigenerante. Invece, in casi estremi, è possibile ricorrere a rimedi farmacologici, come le compresse di anticolinergici e ionoforesi ( l’elettricità andrà ad agire sulle ghiandole sudoripare).

Rimedi per ipersudorazione sulla fronte

Le persone timide o ansiose, generalmente, arrossiscono e le loro ghiandole sudoripare iniziano a secernere una maggiore quantità di sudore soprattutto su viso e fronte.

L’iperidrosi può quindi diventare un ostacolo nelle relazioni interpersonali: sudare copiosamente su fronte e faccia può essere infatti piuttosto imbarazzante. Per ovviare a questo problema si può ricorrere a piante aromatiche, come la lavanda o il timo, dalle proprietà assorbenti e anti-sudoripare. Un ulteriore rimedio naturale può essere un decotto di estratto secco di quercia o un bagno con argilla verde.

Rimedi per l’ipersudorazione ascellare

Le ascelle sono uno dei luoghi del corpo dove più le ghiandole sudoripare sono efficienti. Per prendersi cura di questa parte del corpo particolarmente sensibile, bisogna innanzitutto avere cura della propria igiene personale usando prodotti con ph neutro, i deodoranti possono poi aiutare notevolmente. In commercio si trova un’ampia scelta di prodotti a ph neutro.

Rimedi per l’ipersudorazione ai piedi

Con l’estate, i piedi sono quasi “imprigionati” nelle scarpe e la scarsa traspirazione può aumentare il livello di sudorazione. Pertanto, oltre a scegliere un buon paio di scarpe, è opportuno assicurarsi che la suola delle proprie scarpe sia di cotone.

Per attenuare l’ipersudorazione, si consiglia inoltre di usare il talco.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche