×

“Permanenze lontane” alla Feltrinelli di Macerata

default featured image 3 1200x900 768x576

permanenze libro11Macerata – Domani, Venerdì 25 novembre, dalle ore 18:00 alle ore 20:00, Maurizio Landini sarà ospite alla libreria Feltrinelli di Macerata – Corso della Repubblica 4/6 – per la presentazione di “Permanenze lontane”, (Edizioni della Sera, 2011).

All’evento prenderanno parte anche i relatori Nazzareno Gaspari e Gian Mario Maulo.

Il libro

Edito nel settembre 2011, “Permanenze lontane” ha ottenuto, da subito, il consenso unanime della critica e dei primi lettori, come testimoniano le recensioni, tutte positive, che da mesi appaiono sul web. Maurizio Landini ci guida, con la sapiente melodia delle sole parole, nel cuore di una battaglia combattuta contro se stesso e contro i propri ricordi; spietati fantasmi del passato che minacciano la staticità del placido vivere quotidiano.

Interessante anche l’alternanza di monologhi e dialoghi, il cui uso accurato rappresenta l’eco di una maturità letteraria difficilmente riscontrabile in un’opera prima – per Landini, si tratta della prima raccolta di sillogie.

L’analisi della realtà

Uno degli aspetti più apprezzabili di “Permanenze lontane” è rappresentato da frequenti spunti di riflessione. Pur trattandosi di un’opera introspettiva, infatti, frasi come “soggiorni comunque piacevoli, andirivieni emozionanti come il respiro profumato“, non rappresentano solo “gli squarci di una vita” – quella dell’autore – bensì un’attenta analisi della realtà circostante, apparentemente fredda e lontana, ma che l’intelletto sensibile di ogni poeta è sempre pronto ad approfondire.

L’autore

Maurizio Landini è nato ad Ancona nel 1972. I suoi primi componimenti poetici, risalenti al 1986, sono ispirati a un disco di Jean Michel Jarre. Landini ha maturato, col tempo, una lunga e mutevole lista di passioni, tra cui spiccano la musica elettronica, i soldatini e l’antropologia culturale, pur senza scordarsi mai del proprio immutato amore per la letteratura. Nel 2011, oltre a “Permanenze lontane”, ha pubblicato anche il romanzo “Il corpo della fame” (Wild Boar Edizioni) e il racconto “Il battito degli astri dilatati”, presente all’interno dell’antologia “Stirpe angelica” (Edizioni della Sera). Nello stesso anno, ha creato il progetto di poesia e immagine “Versigrafìe”.

Filippo Munaro


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora