×

Perugia, droga e violenze su giovane poi morta: arrestato ecuadoriano

Droga e violenze su giovane poi morta: il presunto colpevole è un ecuadoriano di 40 anni ora arrestato.

polizia

Droga e violenze sessuali su giovane poi morta. Il colpevole sarebbe un ecuadoriano di 40 anni arrestato dalla squadra mobile di Perugia. La ragazza sarebbe stata anche fotografata durante lo stupro. La vittima è una donna originaria del Sudamerica, alla quale sarebbe stata fornita cocaina ed eroina.

La ragazza, una volta drogata, sarebbe stata costretta ad avere rapporti sessuali con l’uomo. La vittima è deceduta per abuso di droga, così come risultato dagli opportuni accertamenti svolti. L’ecuadoriano ora dovrà rispondere alle accuse di violenza sessuale aggravata, di morte come conseguenza di altro delitto e concorso in spaccio con una connazionale coetanea. Quest’ultima è stata posta ai domiciliari. La polizia, come emesso dal gip di Perugia, ha eseguito un’ordinanza cautelare nei confronti dell’uomo e della sua complice.

Droga e violenze su giovane poi morta: le indagini da parte degli inquirenti

Come informa l’Ansa, le indagini della squadra mobile della questura (coordinata dal dottor Giancluca Boiano) sono iniziate lo scorso 1° aprile quando, nell’abitazione di uno dei due individui destinatari del provvedimento restrittivo, sita in piazza Vittorio Veneto (periferia di Perugia) gli inquirenti hanno constatato la morte della giovane sudamericana per abuso di sostanze stupefacenti. Nell’appartamento sono stati trovati i due indagati e due amici della giovane deceduta. 

Droga e violenze su giovane poi morta: la sera prima aveva bevuto alcolici

La sera prima della morte, la giovane vittima aveva bevuto alcolici in un altro appartamento. In tale occasione sarebbe stata in compagnia di altri connazionali. In seguito, assieme a un altro gruppo (tra i quali anche gli indagati) si sarebbe poi spostata nel precitato appartamento sito in piazza Vittorio Veneto in cui, secondo la polizia, avrebbe consumato cocaina ed eroina. A fornirle tali sostanze l’ecuadoriano, in seguito arrestato, che abitava in tale appartamento.

Il 40enne e la giovane, in stato di incoscienza, si sarebbero trovati da soli. 

Droga e violenze su giovane poi morta: sarebbe stata completamente indifesa

La ragazza, dopo aver ingerito un’elevata quantità di alcol e droghe, si sarebbe trovata in uno stato di incoscienza, da sola con il suo presunto aguzzino. Viste le precarie condizioni psico-fisiche, la vittima sarebbe stata alla mercè dell’uomo, il quale l’avrebbe costretta ad avere rapporti sessuali con lui. Lo stupro sarebbe iniziato di notte, per poi continuare fino alle prime ore del mattino, fino a poco prima dell’ipotetico orario di morte della vittima. 

Contents.media
Ultima ora