×

Pescara: è fatta per il prestito di Brosco

Condividi su Facebook

Appena il tempo di festeggiare l’esordio coi fiocchi a Verona ed il Pescara si appresta ad accogliere in rosa un importante rinforzo difensivo: come annunciato nei giorni scorsi, infatti, Riccardo Brosco sta per diventare un giocatore biancoazzurro. La società adriatica lo preleverà con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà dal Parma, che a sua volte ne ha appena rilevato l’intero cartellino dalla Triestina: la società giuliana, in due giorni, ha quindi chiuso le cessioni di due dei suoi tre gioielli dopo la partenza di Viotti per il Chievo. Resta ancora incerto il destino di Bariti, ma appare scontato il suo approdo almeno in Serie B.

Brosco, classe ’91, prodotto del vivaio della Roma ma perso alle buste dalla società giallorossa lo scorso giugno, si appresta quindi a tornare protagonista in Serie B dopo una stagione in chiaroscuro in cui, tra infortuni e scelte tecniche, ha collezionato appena quattordici presenze.

Dovrà però giocarsi il posto da titolare nell’affollato parco di centrali a disposizione di Zeman che può contare al momento anche su Capuano e Romagnoli, titolari al Bentegodi, oltre che su. Incerto invece il futuro di Olivi e Mengoni, che al momento hanno rifiutato i trasferimenti rispettivamente al Barletta ed ai rumeni del Vaslui (sorteggiati nel girone di Europa League della Lazio) ma che sono destinati a cambiare aria. Alle loro partenze è legato un altro eventuale affare in entrata per il Pescara, che non ha ancora smesso di inseguire il leccese Diamoutene, già all’Adriatico-Cornacchia nella seconda parte della passata stagione.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche