Peso, le ragioni per cui è diverso da un giorno all'altro
Peso, le ragioni per cui è diverso da un giorno all’altro
Donna

Peso, le ragioni per cui è diverso da un giorno all’altro

peso

Ci sono valide ragioni per cui il nostro peso può risultare diverso da un giorno all'altro: ecco perché non bisogna pesarsi tutti i giorni

Scendete dalla bilancia! Non è necessario controllare il vostro peso in maniera quotidiana. Anche perché le oscillazioni di peso sono temporanee e non veritiere. Per questo motivo non vale la pena prendersi uno spavento se si vedono cambiare i chili sulla bilancia dalla mattina alla sera. Secondo una recente ricerca, le donne si pesano in media 115 volte all’anno.

Al contrario di quello che si può pensare, ci sono alcuni giorni in cui dovreste proprio evitare la bilancia. Secondo gli esperti, infatti, controllare il peso una volta alla settimana è più che sufficiente. I giorni in cui potreste vedere due chili in più sulla bilancia vi metterebbero di cattivo umore senza ragione. O vi farebbero sentire più in carne anche se, in realtà, non lo siete. Un po’ come quando sapete di esservi abbuffate a cena e il giorno dopo vi sentite immediatamente meno in forma. In maniera razionale sapete che ciò non è possibile.

Ma in ogni caso vi sentite come un elefante su un vaso di cristallo.

Peso ballerino: evitate di pesarvi in queste situazioni

Avete mangiato molto la sera prima. La bilancia potrebbe anche segnare fino a due chili in più. Si tratta però solo di liquidi e la situazione è destinata a ritornare all’ordinario nel giro di in un solo giorno. Quindi, niente panico!

Avete mangiato salato, ad esempio dopo un sushi o una pizza. La variazione si verifica in relazione ai liquidi extra e alla maggiore quantità di sodio ingerita.

Dopo un allenamento intenso. Aspettate almeno un paio di giorni, quando avrete inferito i nutrienti necessari per i muscoli. Lo squilibrio elettrolitico, determinato dalla perdita di sali minerali, favorisce infatti il ristagno dei liquidi.

Avete il ciclo, in particolare la settimana prima. Si tratta di ritenzione idrica determinata dagli ormoni che trattengono i liquidi. Non è quindi un deposito di massa grassa.

Soffrite di intestino pigro.

Ovviamente la quantità di cibo che si trova nell’intestino influenza anche l’ago della bilancia.

Dopo un viaggio lungo. Non pesatevi dopo un viaggio particolarmente lungo, come ad esempio un volo di 12 ore. Questo perché si potrebbe essere creato uno squilibrio elettrolitico, che vede come conseguenza proprio la ritenzione dei liquidi.

Piccoli consigli per combattere la ritenzione idrica

Una buona regola per combattere la ritenzione idrica è muoversi. Il movimento infatti aiuta la circolazione anche a livello linfatico. Questo si verifica in tutti i distretti corporei, soprattutto negli arti inferiori. Un’altra buona regola per evitare la ritenzione idrica è ridurre l’apporto di sodio con la dieta. Per questo motivo si devono evitare cibi in scatola, conservati e salumi, dando preferenza a cibi freschi come verdura e frutta.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche