×

Pettinature anni ’70

Condividi su Facebook

Le pettinature anni ’70 variavano dai capelli lunghi e lisci ai ricci selvaggi e voluminosi.

Per un look anni ’70 avete quindi molte possibilità, l’importante è che scegliete anche gli accessori giusti, come una bandana stretta o larga da mettere sulla fronte.

Lunghi e lisci

I capelli lisci anni ’70 erano lunghissimi e senza frangia. Spesso si portava una fascia sottile sulla fronte. Per realizzare questa pettinatura dovrete avere i capelli lunghi o fare le extension. I capelli dovranno essere liscissimi e poco voluminosi. Aiutatevi con la lacca e una piastra.

Lo stile Farrah

Lo stile Farrah viene dall’attrice Farrah Fawcett. Il taglio in questione è scalato, lungo e voluminoso. Per muovere i capelli si possono usare bigodini larghi o un arricciapelli che va passato anche sulle ciocche davanti ma tenendole lontano dal viso. Mettete un po’ di mousse per completare la pettinatura.

Onde a spirale

Oltre al super-liscio c’era anche l’onda a spirale. Da fare sui capelli medio-lunghi, lunghi, applicando dei bigodini larghi orizzontali o il ferro che arriccia, sempre in modo orizzontale.

Mettete una bandana e togliete la frangia dalla fronte e avrete un perfetto stile anni ’70.

Afro

Anche l’Afro era una pettinatura tipica di quel periodo. La portavano sia le donne che gli uomini. Può essere di varie lunghezze ma l’importante è che abbia quell’effetto ‘a cespuglio’ tutto intorno alla testa.

BIodich

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Contents.media