×

I piatti trash anni 70 e 80: le foto

Piatti anni 70 e 80 ma come mangiavamo? Siamo sicuri che si parla della nostra cucina? Oggi si cucina poco ma allora si cucinava male! Dov'è il giusto mezzo?

default featured image 3 1200x900 768x576

Piatti da mangiare o da buttare

Cosa mangiavamo? Se guardiamo le cucine degli anni 70 e 80 ci accorgiamo che molti piatti dovevano essere alquanto disgustosi o poco gradevoli. Forse oggi non amiamo più cucinare ed un tempo invece eravamo più presenti sui fornelli.

Tra il non esserci ed il cucinare orrori ce ne passa! Facciamo un viaggio nel tempo e consultiamo i ricettai degli anni 70 e 80. Forse scopriamo ricette a noi sconosciute o forse ci ritroviamo davanti piatti da noi odiati.

Anni 70

Geometrie culinarie

Pochi ingredienti per questa fantastica geometria. Piselli, pancetta e maionese. Pancetta molto croccante, piselli sconditi appena tolti dal barattolo e maionese da sfondo per dare un po di colore al tutto.

Forse sarebbe stata meglio una frittatina con i piselli e pancetta arrostita sopra.

Finto pesce

piatti

Presenza assai dominante il finto pesce che si poteva creare con qualsiasi alimento tagliabile a fette.

Uova lesse, cetrioli, zucchine ripiene. Il finto pesce nuotava in un finto mare fatto con tagliatelle colorate in modo da creare l’effetto movimento. Immancabile la carota anch’essa molto utilizzata per le guarnizioni.

La farfalla che non vola

piatti

Creatività ci vuole in cucina ed ecco a voi un mix di affettati. Spaziamo dal prosciutto, mortadella, salame il tutto guarnito e colorato da frutta. Quale miglio accostamento la frutta sopra all’affettato! L’accostamento rende più veritiero il volo della farfalla.

Anni 80

Gamberetti a go go

piatti

Avete un sacchetto di gamberetti e non sapete come cucinarli? Ecco qua la soluzione al vostro problema. Una parte dei gamberetti lessateli e metteteli da parte. Con gli altri una volta lessati create una crema che poi metterete in frigo a freddare. Il contenitore per freddarla sarebbe ottimo quello per il biscotto. Preparate su un piatto una valanga di insalata con la quale guarnire il tutto. Mettete la mousse su delle ciotoline e via con la guarnizione gamberetti ed insalata a go go. Buon appetito.

Di tutto un po

piatti

E’ passato Natale o Pasqua ed avete degli avanzi da consumare? Non c’è problema la gelatina amalgama tutto. Via alla fantasia e cetrioli, piselli, uova, zucchine, pomodori ed il gioco è fatto. Unite tutto con la gelatina fate freddare in frigo e poi abbellite con quello che vi è rimasto. Tutto può andar bene basta che sia colorato.

Ossessioni negli anni 70 – 80

Oltre ai piatti particolari altre sono le manie in cucina di quei tempi. Se vogliamo parlare di ingredienti la panna era usata in maniera sconsiderata. Chi non ha mai mangiato le penne panna e salmone! Per fortuna con il passare degli anni l’uso si è ridimensionato. Il cocktail di scampi era sempre nelle tavole una fissa degli italiani. Il vitello tonnato sempre presente. In quel periodo uscì il coltello elettrico che ebbe anche lui i suoi momenti di gloria. Il vitello tonnato che andava tagliato fino e con il coltello elettrico era un disastro non riuscivi mai a fare fette sottili. Fecero l’ingresso in cucina anche le posate colorate. Fino ad allora avevano dominato quelle in acciaio.

Anni 70 – 80 o giorni nostri

Quelli sopra sono alcuni esempi di piatti molto particolari degli anni 70 e 80. Ci saranno stati anche piatti molto più semplici e facili da cucinare sulle tavole. Se però ci voltiamo avanti e guardiamo le tavole di ora ci accorgiamo che spesso sono vuote di Cucina. Non ci sono più le mamme di un tempo che facevano trovare al marito ed ai figli la tavola imbandita. Oggi si lavora, lavora, lavora. Spesso c’è chi si dimentica anche di mangiare per la frenesia del lavoro. Le tavole sono piene di cibo definito spazzatura ma non perchè non sia buono ma perchè comprato e riscaldato. E’ molto più facile passare al supermercato comprare piatti pronti solo da riscaldare e in 10 minuti preparare la cena. Quando poi non c’è nemmeno questo poco tempo si passa al Mc Donald’s e si mangia al volo in macchina magari tra una riunione e l’altra.

Famiglia unita a tavola

Un tempo la domenica era il giorno sacro per il pranzo con i nonni a casa. Tagliatelle al ragù, pollo arrosto con patate, crostata fatta in casa. Queste alcune delle cose presenti sulle nostre tavole. Oggi no i nonni vanno la domenica a pranzo al Mc Donald’s con la famiglia. Perchè si è arrivati a questo? Perchè si da più valore al consumismo e non agli affetti? Il problema sta lì e non sul troppo lavoro. Ci sono donne che lavorano e trovano ugualmente il tempo per la famiglia almeno nei week end. E’ importante ritrovarsi a tavola che sia un timballo in gelatina anni 80 o un hamburger dei giorni nostri. Mangiare bene sempre ma mangiare con amore.

Contents.media
Ultima ora