Piozzo, Baladin Open Garden: birra artigianale italiana
Piozzo, Baladin Open Garden: birra artigianale italiana
News

Piozzo, Baladin Open Garden: birra artigianale italiana

Teo Musso, il promotore della campagna crowdfunding per il Baladin Open Garden.
Teo Musso, il promotore della campagna crowdfunding per il Baladin Open Garden.

Dal 19 ottobre è stata lanciata da Baladin una campagna crowdfunding atta a creare nelle Langhe il primo Open Garden dedicato alla Birra “Viva”.

La mappa del progetto Baldin Open Garden di Teo Musso.Teo Musso è un esperto artigiano della Birra “Viva” dal lontano 1986 quando ha aperto il suo primo pub, trasformato poi nel 1996 in un brewpub, un birrificio a produzione autoctona, ispirato al mondo del circo e proprio per questo chiamato “Baladin“, il “Cantastorie“in francese antico.
Da sempre amante e cultore della birra, Teo Musso ha un sogno: aprire il primo Open Garden della birra artigianale italiana, per questo “Viva”, ispirata dall’amore per la qualità e dal rispetto delle risorse della Terra. Per farlo ha quindi indetto, a partire dalla mezzanotte del 19 ottobre, un mese di campagna crowdfunding “reward based”, la più ambiziosa mai fatta in Italia.

Teo Musso, il titolare di Baldin, mostra il tag #opengarden.L’obiettivo è la raccolta di 200.000 $ per l’apertura di un parco di 70.000 mq dedicato alla produzione di una Birra agricola.

In questo Baladin Open Garden tutti, appassionati, cultori e non di birra, amanti del buon cibo, famiglie, amici, grandi e bambini potranno trascorrere giornate in relax, conoscere da vicino come nasce una birra dal campo al bicchiere, fare degustazioni di birra e prodotti del territorio grazie ai mercatini locali (ogni visitatore potrà, a sua scelta, cucinare il proprio cibo o quello acquistato nel parco o affidarsi in parte o del tutto agli chef Baladin) ma anche solo passare dei momenti assieme in totale serenità.
Tantissimi i riconoscimenti per i sostenitori del crowdfunding: magnum di birre limited edition, cene esclusive a contatto con la natura, pitture meditative, la grande festa per la raccolta del luppolo, tavole rotonde con ospiti di primo piano tra cui Davide Oldani, Gabriele Bonci, Ugo Nespolo, Lucio Maria Morra e i birrai statunitensi Greg Koch e Sam Calagione.

La data scelta da Teo Musso per l’inaugurazione del Baladin Open Garden è il 21 giugno 2017 e il parco sarà situato a Piozzo, piccolo paese affacciato sulle Langhe.

Il suo centro operativo sarà una grande cascina del 1600 che ospiterà il forno a legna per il pane, i mercati dei produttori locali, la macelleria, il pub, la sala convegni, il laboratorio del cioccolato artigianale e che verrà ristrutturata e resa operativa grazie all’aiuto di tutti i donatori.

Inizialmente il parco sarà aperto garantendo tutte le funzionalità la domenica per poi arrivare ad un’operatività che copra il fine settimana entro tre anni. Rimarrà a disposizione nei giorni della settimana ma non con tutti i servizi a disposizione dei visitatori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche