×

Pippo Baudo: “Ti ho scoperto io”

Pippo Baudo torna a Sanremo e lo fa in grande stile. Siparietti comici e nostalgici prima con Baglioni e poi con un discorso dedicato a Sanremo

sanremo
Pippo Baudo torna a Sanremo e lo fa in grande stile. Siparietti comici e nostalgici prima con Baglioni e poi con un commovente discorso dedicato a Sanremo

Torna il famoso e indimendicabile motto di Pippo Baudo sul palco del suo habitat naturale, l’Ariston. Tutti i più grandi sono stati ‘scoperti’ da lui e solo lui, Pippo Baudo può dominare davvero quel palco. Numerosi gli scambi di battute con il direttore artistico Claudio Baglioni e un simpatico siparietto con la bellissima Michelle Hunziker, alla quale ricorda che la sua prima volta sul palco di Sanremo è stata proprio con lui

Pippo Baudo: “Ti ho scoperto io”

La nostalgia sembra essere una delle parole chiave di questo Sanremo. E quando si parla di Nostalgia a Sanremo non si può non fare riferimento al grande Pippo Baudo. Un’entrata trionfante, la sua. Accolto dagli applausi del pubblico in piedi, dell’orchestra e di tutti i presenti a teatro, Pippo Baudo ha fatto tornare alla mente quei meravigliosi momenti dei festival passati che all’ordine del giorno avevano solo la grande musica.

sanremo

“Questo Sanremo lo conduco io!”, dice ad un emozionato Claudio Baglioni un Pippo Baudo che sembra sempre più a casa sua. Scambi ilari sui tempi che furono, sulle stelle del firmamento musicale e dello spettacolo che il grande Baudo ha scoperto, con una serie infinita di “anche lui, l’ho scoperto io”

Carissimo e amatissimo Sanremo, ti ho conosciuto nel lontano 1958″, questo il preludio di un lunghissimo, nostalgico, commovente e ironico discorso che lo lascia solo con un pubblico che lui ha conosciuto per 13 edizioni. Righe di ricordi, di nomi importanti non solo di cantanti, come lo stesso Baglioni, la grandiosa ed internazionale Laura Pausini e la grintosa Giorgia, ma anche di tutti gli ospiti e le ospiti giunti tutti sul palco di Sanremo grazie a lui e alla sua lungimiranza.

La 14esima edizione di Pippo Baudo

La nostalgia ha fatto da padrona durante la parentesi Baudo a Sanremo, in questa seconda serata di festival.

Ma non sono mancati momenti corredati anche da ironia e comicità lieve ed elegante, come quando paragona il bacio della bellissima Sharon Stone con la simpatica e irriverente Luciana Litizzetto dicendo che, in fondo, “non si può avere tutto dalla vita”.

Irrinunciabile il momento con Michelle Hunziker, che dopo aver ricordato il suo primo Sanremo presentato proprio con Baudo, fa una proposta folle all’eterno Pippo: “presenta tu il prossimo cantante!” E Pippo Baudo lo fa, presenta il concorrente successivo e stranamente, anche se poi tanto strano non è, non si tratta di un ‘giovane’, ma degli Elii che con la loro canzone dicono Arrivedorci al loro pubblico. Non è mancato il motto “Loro sono stati scoperti da me”, ma non solo, a dirigere l’orchestra il Maestro Beppe Vessicchio che “Dirigeva l’orchestra dei mille con Garibaldi”, come sottolinea Pippo Baudo.

Un Pippo Baudo che lascia il palco con i capelli un po’ più bianchi e con un apromessa in tasca “Ci vediamo l’anno prossimo!”


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche