×

Pisa-Como: i precedenti

Si sono incontrate in tutte le categorie: pochi incroci ma buoni, e molto spesso ricchi di reti. Anche in terza serie, dove per ovvi motivi geografici Pisa e Como si sono affrontate ben poche volte, una sola per l’esattezza, esattamente sette anni fa, in quello che è anche l’unico confronto ufficiale degli ultimi vent’anni. All’Arena Anconetani finì 1-1 il 31 ottobre 2004, con vantaggio ospite di Marcello Campolonghi (oggi in Serie D al San Nicolò) e pareggio su rigore di Jimmy Fialdini, oggi ancora in campo a trentasei anni nella sua Massese (Eccellenza), nella stagione della clamorosa seconda retrocessione consecutiva per i lariani, maturata nel playout contro il Novara e anticamera del fallimento.

Il problema, però, è che il futuro immediato non promette nulla di buono perché dopo un inizio stagione confortante, anzi sopra alle aspettative, due delle grandi blasonate del girone A stanno rientrando nei ranghi, promettendo così di incontrarsi pure il prossimo anno, sempre che Macalli confermi questa strana distribuzione delle squadre.

Con la speranza, almeno, che si tratti di uno scontro al vertice e non di un anonimo confronto tra formazioni cui manca qualcosa per puntare in alto, per poter pensare di tornare laddove Pisa e Como sono già state. In tutto i precedenti tra le due squadre disputati a Pisa sono otto, compreso quello in Lega Pro: quattro in B e tre in A, ed il pareggio la fa da padrone. Ben cinque volte è uscito il segno X, a fronte di due vittorie pisane ed un solo successo del Como, nella Serie B 1978-’79, quello della terza promozione in A dei lombardi: il 9 marzo 1980 finì 1-0, con gol di Marco Nicoletti.

Tutti gli altri incroci in cadetteria sono terminati in parità: due 0-0, il 5 aprile ’70 ed il 6 dicembre ’70, ed un 3-3, risalente addirittura al 24 aprile 1949, con il Como sotto di tre reti ma capace di un’incredibile rimonta.

Più gol e spettacolo nei tre confronti di Serie A, tutti concentrati ovviamente negli anni ’80, mitici per entrambe le compagini, ma soprattutto per il Pisa, che proprio nella massima serie ha collezionato le uniche due vittorie nei confronti diretti, tra cui il 4-1 del 10 novembre ’85, con doppietta di Paolo Baldieri e gol di Ferruccio Mariani e Wim Kieft per il Pisa e di Stefano Maccoppi (nella foto oggi) per il Como, per la prima vittoria interna stagionale della squadra allenata da Vincenzo Guerini, poi retrocessa a fine stagione.

Stesso epilogo nel 1988-’89, allorquando il 3-1 del 21 maggio ’89 servì solo per alimentare una vana speranza da parte dei nerazzurri di Lamberto Giorgis, sostituto di Luca Giannini, ma ormai confinati all’ultimo posto. Quel giorno segnarono Beppe Incocciati, autore di una doppietta, e Mario Been mentre il punto della bandiera per il Como, anch’esso futuro retrocesso, fu del brasiliano Milton su rigore. Pari e patta invece esattamente ventiquattro anni fa: l’11 ottobre 1987 Stefano Cuoghi ed ancora Stefano Maccoppi fissarono l’1-1 (nel video sotto) per quello che fu il primo punto dei nerazzurri di Beppe Materazzi dopo quattro sconfitte consecutive in avvio. A fine stagione per entrambe arrivò la salvezza: a quando il prossimo traguardo da festeggiare insieme?

Caricamento...

Leggi anche