×

Politica in lutto, è morto l’ex ministro Agostino Gambino, inventore della “par condicio”

Politica in lutto, è morto l’ex ministro Gambino, inventore della “par condicio” che mise fine alla "voce grossa dei partiti grandi" a discapito dei piccoli

Gambino varò la legge sulla Par Condicio

Politica in lutto, è morto ad 88 anni l’ex ministro Agostino Gambino, inventore della controversa legga sulla “par condicio”. Gambino fu membro del governo Dini con la delega alle Poste e Telcomunicazioni ed è il padre del codice che regola le competizioni elettorali dal 1996 e che fino a poche ore fa ha regolato la campagna elettorale per le importanti amministrative in corso.

Il professor Gambino era nato a Genova nel 1933, e 25 anni fa Lamberto Dini lo chiamò in esecutivo, dove restò in carica per poco più di un anno. 

Morto Gambino, inventore della par condicio: dal 1996 le regole elettorali sui media “le ha dettate lui”

Quei pochi mesi furono però sufficienti a incasellare Gambino fra i politici che hanno lasciato un segno indelebile nella politica italiana. Perché? Perché in occasione delle elezioni anticipate del 21 aprile del ‘96 esordì una novità.

Quelle delicate consultazioni infatti si tennero sotto l’egida normativa di un decreto che Gambino aveva varato solo pochi mesi prima, a gennaio: con esso per la prima volta in Italia si regolamentava la parità di accesso ai mezzi di comunicazione durante le campagne elettorali. 

L’inventore della par condicio è morto: quando Antonio Gambino fece irritare il Garante dell’Editoria

Insomma, era finita l’era dei partiti “grossi che facevano la voce grossa” e di quelli piccoli a cui rimanevano scampoli di spazio e tempo per esporre le loro ragioni agli elettori sui media.

All’Italia dell’appena nata Seconda Repubblica quel decreto piacque poco: il Corriere della Sera riporta che l’allora Garante dell’Editoria  Giuseppe Santaniello mise perfino in dubbio la sua legittimità ma Gambino non si scompose e rispose: “Lo miglioreremo”. 

Il professor Gambino è morto, l’inventore della par condicio era anche docente universitario e giurista

Gambino era avvocato e Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana. Docente universitario e giurista, fu anche co-presidente della Commissione internazionale mista, nominata da Vaticano e Governo italiano per l’accertamento dei rapporti del gruppo Banco Ambrosiano e lo Ior.

 Il professor Gambino aveva insegnato Diritto commerciale e fallimentare presso le università di Sassari, Venezia e alla Sapienza di Roma. Fu anche del cda di diverse società bancarie ed assicurative, tra cui Banca Nazionale dell’Agricoltura, Meie e Fata. Inoltre fu commissario governativo della Federazione Italiana dei Consorzi Agrari.

Contents.media
Ultima ora