Migranti dalla Germania, Salvini: "Chiudiamo gli aeroporti"
Germania, “Voli di migranti verso l’Italia non in programma”
Politica

Germania, “Voli di migranti verso l’Italia non in programma”

Horst Seehofer

I tedeschi vorrebbero riportare in Italia migranti approdati nella penisola, secondo i trattati di Dublino. Salvini non ci sta, ma Berlino smentisce

“Se qualcuno, a Berlino o a Bruxelles, pensa di scaricare in Italia decine di immigrati con dei voli charter non autorizzati, sappia che non c’è e non ci sarà nessun aeroporto disponibile. Chiudiamo gli aeroporti come abbiamo chiuso i porti”. Parola del ministro dell’Interno e vice premier, Matteo Salvini. Potrebbe dunque aprirsi un nuovo fronte di scontro in sede europea, stavolta tra Italia e Germania. Il tema riguarda i movimenti migratori secondari, ovvero coloro che, approdati in Europa in un Paese, si sono poi spostati in un altro. La Germania intenderebbe quindi far ritornare in Italia, secondo quanto previsto dai trattati di Dublino, dei migranti che hanno oltrepassato la frontiera, ma che avevano come Paese di primo approdo l’Italia.

Di Maio: “Questi voli non sono stati autorizzati”

Anche l’altro vice premier, Luigi Di Maio, è intervenuto sul tema: “Questa cosa dei voli charter con i migranti che arrivano in Italia non so chi l’abbia autorizzata”, ha tuonato, “ma per fare queste cose ci vogliono degli accordi.

Oppure si sta dicendo che noi possiamo rimpatriare africani sub-sahariani nei Paesi dell’Africa senza nessun accordi? A me non risulta si possa fare una cosa del genere in Italia”.

Berlino smentisce le voci

A quanto si apprende dall’Ansa, che ha contattato il portavoce del ministro degli interni tedesco, Horst Seehofer, a Berlino negano ci siano in programma questi voli. “Nei prossimi giorni non è pianificato alcun volo per i rimpatri in Italia”. Ma la polemica potrebbe tornare a infiammarsi nei prossimi giorni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche