Manovra, il premier Conte: “Lo spread alto è un problema”
Politica

Manovra, il premier Conte: “Lo spread alto è un problema”

Giuseppe Conte non parteciperà al colloquio per La Sapienza

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è detto pronto a dialogare con L'Unione europea per far scendere lo spread sui titoli di stato.

“Se lo spread sale è un problema, dobbiamo augurarci che scenda”. Sono le parole del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, rilasciate in un’intervista riportata dai quotidiani La Stampa e Repubblica. “Abbassiamo i toni”, ha proseguito, “Facciamo sistema affinché ciò avvenga. Io sto lavorando perché lo spread si abbassi. Vogliamo e dobbiamo mandare un messaggio di fiducia”. Tradotto: l’Italia si prenderà le tre settimane di tempo concesse dalla Commissione Ue, in seguito alla bocciatura alla manovra di bilancio del governo italiano, e cercherà di dialogare con le istituzioni europee. La sensazione diffusa è che si proverà a mediare, magari arrivare a proporre alcune modifiche alla legge di bilancio per cercare di rassicurare i mercati.

Di Maio: la manovra è utile

Conte e il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, sono le figure incaricate a ricucire lo strappo evidente con la Ue. Lo stesso Tria ha parlato di un spread a un livello che “difficilmente può essere mantenuto a lungo”. Ma il vicepremier Luigi Di Maio intende lavorare per convincere la Ue che la manovra è utile e punta a “investire nel capitale umano di questo Paese”, più che ragionare su eventuali modifiche.

Cosa che difficilmente farà presa sulla durezza della Commissione. “Sono fiducioso che nelle prossime settimane lo spread comincerà a scendere”, ha spiegato Di Maio, “perché saranno le settimane del dialogo con la Ue”.

Salvini: darà serenità agli italiani

“La manovra economica – ha assicurato Matteo Salvini – darà serenità e stabilità all’Italia quindi non abbiamo bisogno di aiuti esterni”. Sulla sponda leghista ci sarebbe il sottosegretario Giancarlo Giorgetti a vestire i panni del mediatore. Lui è l’uomo dei numeri e il secondo esponente più influente del Carroccio. Anche se il vicepremier Matteo Salvini, per ora, non intende “mollare di un millimetro”.

Spread in lieve calo a 318 punti

Intanto giovedì mattina, all’apertura dei mercati, si registra un lieve calo per lo spread Btp/Bund che segna 318 punti contro i 320 della chiusura di mercoledì. Il rendimento del decennale è pari al 3,57%.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche