×

Monti: Salvini un “incompetente con vocazione autocratica”

Condividi su Facebook

Mario Monti va all'attacco di Matteo Salvini considerato un "incompetente" in termini tecnico-giuridici, che punterebbe ad un governo autocratico.

Mario Monti Matteo Salvini

Mario Monti attacca Matteo Salvini e la politica del governo giallo-verde. “Chi ha deciso di allearci ai Paesi di Visegrad?” domanda infatti l’ex premier. Il senatore a vita avverte inoltre che il vicepremier leghista ha una “vocazione autocratica” del potere, che starebbe gestendo per fare “l’interesse suo e del suo partito e non degli italiani”.

Monti attacca Salvini

“Si pone un problema su chi decide la collocazione italiana nello scacchiere internazionale. Chi ha deciso di allearci ai Paesi di Visegrad, chi ha deciso che l’Italia si trova più a proprio agio a Mosca che in Europa?” si domanda Mario Monti. Il senatore a vita lancia un duro affondo non solo riguardo la politica che sta portando avanti il governo ma sui suoi esponenti, in particolare Matteo Salvini.

“In termini tecnico-giuridici, e forse anche contenutistici lui è incompetente, perché a termini costituzionali è il presidente del Consiglio ad avere la responsabilità della politica generale del governo. Bisogna che ci sia chiarezza su chi parla per il Paese” sottolinea l’ex premier, intervenendo a Studio24 su RaiNews24.

Monti infatti non ha condiviso alcune dichiarazioni del vicepremier leghista rilasciate durante il suo viaggio a Mosca. In questa maniera “esprime le posizioni di più alto profilo dell’Italia in Europa e nel mondo” anche se non sarebbe suo compito farlo, evidenzia il senatore.

Mario Monti avverte quindi che Salvini ha una “vocazione autocratica” del potere, che attualmente starebbe gestendo per fare “l’interesse suo e del suo partito e non degli italiani”.

Monti evidenzia poi come Sergio Mattarella, nelle poche righe scritte a Giuseppe Conte, abbia voluto mandare un chiaro messaggio proprio ai sovranisti. “Prima l’Italia? – evidenzia Monti – Proprio per questo vanno evitate cose disordinate e sciatte e bisogna approfittare dell’aiuto che l’Europa ci può dare e non impegnarsi in sterili polemiche”.

Sullo spread l’ex Presidente del Consiglio infatti è categorico: “Rimane altissimo rispetto a Spagna e Portogallo e questo pone problemi a risparmiatori, alle banche e allo Stato”.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.