Manovra, il Consiglio dei Ministri approva Dpb | Notizie.it
Manovra, il Consiglio dei Ministri approva Dpb
Politica

Manovra, il Consiglio dei Ministri approva Dpb

consiglio dei ministri

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il dpb per il 2019. Previste alcune modifiche su "quota 100" e reddito di cittadinanza.

Nella giornata di mercoledì 14 novembre 2018, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il Documento programmatico di bilancio. All’interno si trovano alcune modifiche alla versione originale della Manovra. In particolare, reddito di cittadinanza e quota 100 sono misure non ‘a efficacia immediata‘. Nella versione precedente invece, l’efficacia sarebbe stata immediata.

Le differenze

La Quota 100 è una misura volta a “favorire il ricambio generazionale nel mercato”. Nel documento si spiega che, “a decorrere dal 2019 è istituito un fondo per la revisione del sistema pensionistico attraverso l’introduzione di ulteriori forme di pensionamento anticipato e incentivare l’assunzione di giovani”. Anche per il reddito di cittadinanza, volto all’inclusione sociale e a contrastare la povertà si parla di decorrenza dal 2019. Sembra quindi che la prima differenza dalla versione precedente, sia proprio l’efficacia non immediata.

Di Maio da parte sua ha spiegato: “Da ministro del Lavoro la norma su ‘Quota 100’ e reddito di cittadinanza è già pronta: sarà in un decreto legge subito dopo la legge di bilancio.

Non c’è slittamento”. Il vicepremier ha aggiunto: “Non ci si appigli alla lettera di Tria: il ‘reddito’ sarà legge alla fine del
2018. Entro i primi tre mesi del 2019 partiranno entrambe le misure”.

Ue contraria

“I piani del governo italiano sono controproducenti per l’economia italiana stessa, e ora i tassi d’interesse sul debito sovrano sono una volta e mezzo più alti di un anno fa” ha detto il vicepresidente della Commissione Ue, Dombroivskis.

Dal canto suo, Matteo Salvini ha commentato: “Noi non ci muoviamo di un millimetro. Chi è in torto è l’Unione Europea che nei trattati dice che devono essere garantite piena occupazione e diritti sociali. Ma se non ci fa spendere come li garantiamo?”. Sono le parole del ministro dell’Interno a Pratica di Mare dove ha accolto un gruppo di migranti arrivati per un corridoio umanitario.

La lettera di Tria

“Quando si è nell’eurozona, bisogna rispettare regole che noi stessi ci siamo dati” ha detto il vicepresidente della commissione europea per il mercato digitale. “Fare debito con i soldi dei contribuenti non è un’idea intelligente. In Italia c’è un governo intelligente e spero che saranno in grado di trovare buone soluzioni per l’Unione Europea e anche per gli italiani”.

Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Tria, ha inviato alla Commissione europea la versione rivista del Documento Programmatico di Bilancio 2019, insieme a una lettera di accompagnamento. Mercoledì sera (14 novembre, ndr) il documento è stato approvato dal Consiglio dei Ministri. Il livello del deficit al 2,4% del Pil per il 2019 sarà considerato un limite invalicabile. “Il governo resta fiducioso sulla possibilità di conseguire gli obiettivi di crescita” ha scritto il ministro Tria nella lettera.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Cyclette Lux Rigenerata
129 €
325 € -60 %
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Burberry Cofanetto Regalo Profumo Burberry Weekend For Men + All Over Shampoo
39.5 €
Compra ora
Y Not? Borsa Donna a Tracolla Y NOT J-331 Champs Elysees
43 €
86 € -50 %
Compra ora