> > Emozioni per il deputato Sangregorio: "Prima volta per me"

Emozioni per il deputato Sangregorio: "Prima volta per me"

Emozioni per il deputato Sangregorio: "Prima volta per me"

Eugenio Sangregorio, deputato di Usei - Noi per l'Italia si emoziona per il suo primo discorso alla Camera. I colleghi lo applaudono.

Eugenio Sangregorio emoziona la Camera.

Il deputato di Usei – Noi per l’Italia, chiamato a intervenire in merito al ddl anticorruzione ha letto il suo discorso davanti ai colleghi. L’uomo però era visibilmente emozionato e ha fatto emozionare i presenti. Di fronte alla difficoltà di pronunciare il suo discorso, la Vicepresidente della Camera, Mara Carfagna, ha invitato il deputato Usei di bere un po’ d’acqua. L’uomo ha ringraziato l’invito della Vicepresidente, ammettendo di essere emozionato per il fatto di trovarsi a parlare per la prima volta in quelle aule.

“È la prima volta per me”

Eugenio Sangregorio non sa come rompere il ghiaccio. Il deputato Usei sembra bloccato dal suo stesso discorso: sistema nervosamente l’altezza del microfono, spiana un paio di volte il foglio che stringe tra le mani, ma ancora non dice nulla. Bloccato dall’emozione, alla fine l’onorevole Sangregorio ammette di essere un po’ emozionato, essendo per lui la prima volta di avere la parola e di poter parlare all’assemblea.

Un’emozione che però non tradisce la fermezza. Eugenio Sangregorio, classe 1939, è il membro più anziano alla Camera dei Deputati.

Originario di Belvedere Marittimo, in provincia di Cosenza, ha dovuto abbandonare l’Italia per emigrare in Argentina nel 1957. Nella terra di Diego Armando Maradona, Eugenio ha avviato una promettente attività immobiliare. Eppure il sogno di dire le proprie idee e di far sentire la voce degli italiani emigrati in Sudamerica non l’ha mai abbandonato.

Per questo ha fondato nel 1987 il Movimento Italoargentino di Partecipazione Civica per le elezioni argentine e nel 2006 l’Unione sudamericana emigrati italiani.

Il No al ddl anticorruzione

Alla fine anche Usei ha detto no. Nel suo intervento, combattendo l’emozione per via del suo primo discorso dinnanzi all’Assemblea, Eugenio Sangregorio ha dichiarato che il partito degli emigrati italiani in Sudamerica non appoggerà il disegno di legge: “Non può certo rendersi complice di un provvedimento così negativo, strategico e demagogico.

Annuncio pertanto il voto negativo di Usei – Noi per l’Italia”.