> > Conte: coesione territoriale è una delle sfide del governo

Conte: coesione territoriale è una delle sfide del governo

Giuseppe Conte

Di fronte a tremila sindaci dei piccoli Comuni, Giuseppe Conte assicura che "una delle sfide del Governo" è quella della "coesione territoriale".

Durante la cena con Jean-Claude Juncker, Giuseppe Conte ha spiegato all’interlocutore europeo che la manovra è stata scritta “per garantire un presente e un futuro migliore agli italiani”.

“Una delle sfide più importanti che questo Governo sta raccogliendo” è quella della “coesione territoriale”, dichiara infatti il premier davanti a tremila sindaci.

Conte parla ai sindaci italiani

“Nonostante le idee differenti sulle ricette di politica economica da applicare, ho constatato che c’è attenzione per la strada di crescita che l’Italia ha deciso di intraprendere” ha dichiarato Giuseppe Conte al termine della cena di lavoro con il presidente della Commissione europea.

“A Jean-Claude Juncker ho detto che la nostra manovra economica è solida, ben strutturata e gli ho illustrato, punto per punto, il dossier con il piano dettagliato delle nostre riforme, quelle che abbiamo già realizzato in soli 5 mesi di governo e quelle che realizzeremo nelle prossime settimane. – spiega – Abbiamo parlato del nostro piano per le infrastrutture materiali e immateriali e del corposo piano di investimenti che vogliamo accelerare. Ho menzionato anche il Piano nazionale per la sicurezza del nostro territorio che sarà pronto nei prossimi giorni”.

“Ho spiegato ai nostri interlocutori che non intendiamo avviare uno scontro ideologico ma, molto più pragmaticamente, stiamo lavorando per garantire un presente e un futuro migliore agli italiani. Ce la stiamo mettendo tutta per cambiare questo Paese” puntualizza il presidente del Consiglio.

Davanti ad una platea di tremila sindaci dei piccoli Comuni, incontro organizzato da Poste lunedì 26 novembre 2018, Giuseppe Conte ha infatti ribadito che “una delle sfide più importanti che questo Governo sta raccogliendo” è quella della “coesione territoriale”.

Il premier precisa infatti che le piccole comunità rappresentano la “frontiera dell’intervento di questo Governo in alcuni ambiti per noi fondamentali”. Il premier riconosce infatti “quanto sia prezioso il lavoro quotidiano delle piccole amministrazioni, che racchiudono l’anima e la tradizione civica italiana”.