> > Manovra, Tria fiducioso "Nessuno vuole l'infrazione"

Manovra, Tria fiducioso "Nessuno vuole l'infrazione"

Manovra, Tria al G20

Il ministro, dopo un incontro con Moscovici a margine del G20, si è detto fiducioso nell'ambito delle tratattive con l'Ue sulla manovra economica.

È avvenuto in occasione del G20 a Buenos Aires l’ultimo incontro tra il ministro Giovanni Tria e il commissario europeo per gli Affari economici, Pierre Moscovici.

Un faccia a faccia dall’esito positivo, ha dichiarato il ministro dell’Economia. Tria ha ammesso di essere “abbastanza fiducioso” nelle possibilità dell’Italia di evitare la procedura d’infrazione, ma ha aggiunto che “bisogna lavorarci”. L’incontro con Moscovici “è stato cordiale. Stiamo discutendo, l’obiettivo è evitare la procedura”. In Argentina il ministro è il volto simbolo della “linea del governo” del cambiamento, “che è quella di cercare una soluzione”. Obiettivo che persegue anche la Commissione europea, la quale, sottolinea Tria, ha sempre mantenuto “una posizione di apertura” dal momento che “nessuno vuole una procedura di infrazione“.

Moscovici “Continueremo a trattare”

Numerosi i giornalisti che, al termine dell’incontro tra Tria e Moscovici, hanno domandato se le più recenti trattative a margine del G20 possono essere considerate un significativo passo in avanti verso il raggiungimento di un accordo tra Italia e Ue. “La riunione del G20 non è su questo tema”, ha però replicato il ministro dell’Economia. Moscovici ha inoltre sottolineato come “non si può chiudere la trattativa in così breve tempo.

Continueremo a vederci nelle prossime settimane, direi continuamente”. Ancora incerta la possibilità di un vertice tra il ministro del Mef e il presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker. “Non so se lo incontrerò”, ha risposto Tria ai giornalisti che gli hanno rivolto domande in merito. “Qui ci si incontra tutti. Se lo incontro, mi fa piacere”.

Conte “D’accordo con Mattarella”

Anche il premier Conte si è detto disponibile alla ricerca di un accordo con l’Unione.

“Sono d’accordo con il presidente Mattarella, dobbiamo tenere i conti in ordine per la stabilità della finanza pubblica”, ha dichiarato alla stampa presente al G20. “Lavoriamo per l’interesse degli italiani, non per compromettere il loro l’interesse. Stiamo lavorando per realizzare la manovra in un clima di fiducia con i mercati e con gli investitori”. Il governo gialloverde e la sua linea politico-economica “non è un pericolo per nessuno”.