×

La manovra è legge, Moscovici “Vigileremo sull’Italia”

Condividi su Facebook

Dopo l'approvazione definitiva alla Camera, il testo della manovra economica è legge. Protesta l'opposizione. Moscovici: "Seguiremo l'esecuzione".

La manovra economica è legge
La manovra economica è legge

Con 313 voti favorevoli e 70 contrari alla Camera, la manovra economica è legge. “L’Italia riparte“, ha commentato il premier Conte, parlando dell’inizio di una “stagione del riscatto” per gli italiani. Dopo tensioni e incertezze, l’accordo è stato raggiunto “entro i tempi previsti che ci hanno evitato da un lato la gestione del bilancio con le mani legate dall’esercizio provvisorio”, ha spiegato il ministro Tria. “Dall’altro, una procedura europea per deficit eccessivo che di fatto avrebbe commissariato il Paese per 5-7 anni”. Il testo della legge rispetta “le promesse elettorali” e mira a “sostenere la crescita e a difendere la pace sociale in una congiuntura europea e internazionale che non si annuncia favorevole”.


Moscovici “Seguiremo l’esecuzione”

Pierre Moscovici, il commissario europeo agli Affari economici, ha commentato l’approvazione della legge su Twitter.

“L’Italia ha adottato la legge di bilancio, dopo lunghe discussioni e momenti difficili. Ne seguiremo attentamente l’esecuzione. Ribadisco che il dialogo con la Commissione Ue si è concentrato unicamente sul rispetto delle regole comuni, mai sulle misure individuali”, si legge sul suo profilo.

Il post di Moscovici

Manovra, protesta dell’opposizione

Il Pd ha accusato la maggioranza di aver approvato una “manovra pericolosa“. “Non c’è cambiamento”, ha sottolineato Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia. “Potevano scriverla Renzi e la Boschi”. I rappresentanti di Forza Italia hanno definito la manovra economica “una legge contro gli italiani”. Dura la risposta della Lega. “La macelleria sociale è iniziata con la legge Fornero del governo Monti che voi sostenevate”, ha commentato in Aula il leghista Riccardo Molinari. “Questa è una manovra che non serve all’Italia, ma è contro l’Italia e gli italiani”, ha ribadito Giorgio Mulè di FI. “Aumenterà le tasse e porterà il Paese in recessione. La votate con il nostro disprezzo“.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche