Migranti, Salvini chiude i porti "Sarò peccatore, ma non fesso" | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Migranti, Salvini chiude i porti “Sarò peccatore, ma non fesso”
Politica

Migranti, Salvini chiude i porti “Sarò peccatore, ma non fesso”

Matteo Salvini è risoluto nella sua scelta di non aprire i porti ai 49 migranti bloccati a Malta da 17 giorni. Di Maio "Decisione di tutto il governo"

“I porti italiani sono chiusi” dice Matteo Salvini “sono il più peccatore dei peccatori ma fesso no”. Il Ministro dell’Interno ha ribadito la sua posizione sulla situazione delle navi cariche di 49 migranti bloccate nelle acque maltesi. Dall’altro lato della leadership del governo, Di Maio controbatte che la decisione “la pende il governo intero”, mentre il papa rivolge un appello ai leader europei.

Migranti, Salvini “Porti italiani occupati”

A Roseto degli Abruzzi, di fronte a una platea di leghisti, Salvini ha affrontato il tema immigrazione, e ha raccontato, come riportato da Askanews “Arrivo al ministero e mi dicono ‘non si può… e i trattati europei e le regole e i diritti umani e la pace nel mondo…e qui e là e su e giù’. E passano i giorni e questi sbarcano, poi un giorno, me lo ricordo ancora, ero in Valtellina e mi chiamano dal ministero: ‘C’è un altro barcone con 300 persone, in che porto lo mandiamo?’ Ero in macchina e ci penso; e poi dico e uno e due e tre e quattro, ne erano arrivati 700mila in pochi anni, la maggioranza assoluta dei quali non scappava da nessuna guerra ma la guerra ce la portava spacciando droga in casa nostra”.

“Così – racconta Salvini alla platea in delirio – ho deciso di complicarmi la vita e ho richiamato e ho detto: ‘Facciamo una cosa nuova, non c’è nessun porto italiano disponibile, sono tutti pieni e occupati.

Mi rispondono: ‘ma non si può’. Ma io ‘volete vedere che si può?!’. E così dai uno e dai due al 31 dicembre di quest’anno invece dei 120mila dell’anno prima ne sono arrivati solo 20mila, 100mila in meno e un miliardo di risparmio netto e molti morti in meno e molti reati in meno”.

Matteo Salvini “Peccatore, ma non fesso”

Non fa passi indietro Salvini che anzi sostiene “per fortuna oggi ho parlato con il vescovo di Teramo che è disposto a dialogare ed ascoltare, a differenza di qualche vescovone che è pronto solo a giudicare e a condannare, perché io sono il più peccatore dei peccatori, però scemo no”. “Posso essere un peccatore ma fesso no”. Salvini ha insistito sul perché una nave tedesca e una olandese con a bordo 49 migranti dovrebbe attraccare in Italia, mentre questa si trova in acque maltesi.

Di Maio “Decisione di tutto il governo”

Continua quindi il braccio di ferro tra i due vicepremier del governo gialloverde: sarebbe di tutt’altro avviso Luigi Di Maio, appoggiato anche dalla Ong Sea Eye, che dice “L’Italia non è Salvinia”.

Dice il leader del Movimento 5 Stelle “La decisione la prende il governo intero”. E nell’opposizione alla feroce presa di posizione di Salvini, interviene papa Francesco con un appello all’Europa intera nell’angelus: “Da parecchi giorni quarantanove persone salvate nel Mare Mediterraneo sono a bordo di due navi di ong, in cerca di un porto sicuro dove sbarcare. Rivolgo un accorato appello ai leader europei, perché dimostrino concreta solidarietà nei confronti di queste persone”

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche