Migranti, nodo Conte-Salvini sull'accoglienza | Notizie.it
Migranti, nodo Conte-Salvini sull’accoglienza
Politica

Migranti, nodo Conte-Salvini sull’accoglienza

Continua il braccio di ferro sui 49 migranti nelle acque maltesi. L'Unione Europea cerca soluzioni, mentre Conte e Salvini non trovano un accordo.

Svolta del premier Conte sui 49 migranti delle navi Sea Eye e Sea Watch e sugli altri 249 che sono a Malta da dicembre. Il premier sarebbe pronto ad accogliere almeno donne e bambini. No di Salvini: “Non cambio e non cambierò mai idea”. Intanto la Commissione europea esorta la solidarietà delle nazioni, e i migranti a bordo della Sea Watch riprendono a mangiare, dopo lo sciopero della fame.

Conte pronto ad accogliere donne e bambini

Il premier Conte annuncia che l’Italia è pronta ad accogliere almeno donne e bambini. Anche Francia e Germania riceveranno 50 persone a testa, a patto che anche gli altri Paesi membri partecipino. Altri 10 andrebbero in Portogallo, 6 in Olanda e 6 in Lussemburgo, e anche la Romania è pronta a ricevere la sua parte. Non è d’accordo Salvini: ‘Non cambio idea, non sbarca nessuno’, dice.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che da tempo si sta ritagliando una visione politica sua, discostata da quella dei due vicepremier, a Porta a porta risponde a Matteo Salvini “Vorrà dire che non li faremo sbarcare, li prenderò con l’aereo e li riporterò“.
“L’Italia – ha detto Conte – ha assunto una posizione di rigore, forte, una svolta rispetto al passato.

Ma è stata chiara e strutturata: nella gestione dei flussi occorre approccio strutturato”. “Questo è un caso eccezionale, con donne e bambini da oltre due settimane in mare”. Poi, il premier dice che la priorità ora è quella di fare almeno sbarcare i 49 migranti a Malta, dopodiché si vedrà.


Salvini “Stop agli scafisti”

“Conte stasera ha dichiarato ‘se Salvini non fa sbarcare gli immigrati, li vado a prendere io in aereo e li porto in Italia’”. Mah….. Finché non si bloccano gli scafisti e chi li aiuta, continueranno a partire e morire migliaia di persone. In Italia si arriva con il permesso, io non cambio idea“. Così Matteo Salvini su Facebook. Sotto il post ha poi allegato un foglio con scritto “Stop agli scafisti. Io [sottolineato] non mollo”.
“Quello che conta e’ che sbarchino a Malta perché la legge dice che devono sbarcare nel porto più vicino”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, a sostegno della posizione di Conte.

L’ammonizione della Commissione europea

La posizione della Commissione europea, resta che “Gli Stati devono ora mostrare solidarietà concreta e le persone a bordo devono essere sbarcate in sicurezza e senza ulteriore ritardo”: lo dice il portavoce del presidente della Commissione Ue. “Con gli scafisti e i trafficanti nessuna complicità” ha ribadito Salvini, aggiungendo che si sta impegnando “Per diminuire ancora gli sbarchi, agevolare gli arrivi via aereo di chi scappa davvero dalla guerra con i corridoi umanitari e moltiplicare le espulsioni”.
Secondo i dati del Ministero dal 1° gennaio ad oggi nessun migrante è sbarcato nelle coste italiane, mentre nello stesso periodo dell’anno scorso erano stati 453.

“Per il diciottesimo giorno siamo ostaggio in mare dei governi europei. La situazione è tesa ma almeno tutti mangiano di nuovo”: è l’ultimo aggiornamento arrivato dalla nave Sea Watch, dopo che nelle scorse ore i migranti a bordo avevano cominciato ad attuare lo sciopero della fame, in segno di protesta verso le condizione costrette a sopportare a bordo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche