Sea Watch, accordo tra Conte e Salvini: accolti 10 migranti
Sea Watch, accordo tra Conte e Salvini: accolti 10 migranti
Politica

Sea Watch, accordo tra Conte e Salvini: accolti 10 migranti

Sea Watch, accordo Conte e Salvini sui migranti
Sea Watch, accordo Conte e Salvini sui migranti

Vertice notturno a Palazzo Chigi tra Giuseppe Conte e Matteo Salvini, per trovare un accordo sui migranti sbarcati dalla Sea Watch.

È quasi l’una di notte quando si conclude il vertice di governo tra Giuseppe Conte e Matteo Salvini, per trovare un accordo sui migranti a bordo della Sea Watch. I due leader restano chiusi a Palazzo Chigi per un’ora e mezza, al termine di una giornata tesa, fatta di scontri a distanza, tra l’Italia e Varsavia. Il vicepremier atterra intorno alle ore 21 e comunica a Conte che, a causa dell’ora tarda, l’incontro rischia di slittare al giorno successivo. Ma alla fine i due si incontrano e arrivano a un compromesso: Roma accoglierà “poco più di dieci” migranti, in prevalenza donne e bambini (ma “senza dividere i nuclei familiari”), sbarcati a Malta dopo aver trascorso 19 giorni nel Mediterraneo. Saranno affidati alla Chiesa Valdese “senza oneri per lo Stato”. Questa l’intesa raggiunta da Conte con l’Unione europea e siglata dal ministro dell’Interno dopo un lungo braccio di ferro.


A una condizione, imposta dal leader leghista: che sette Paesi dell’Unione, a partire dalla Germania, accolgano i 200 migranti sbarcati in Italia nel corso del 2018 a Pozzallo e Catania.

Il premier ha fatto sapere che chiederà un vertice urgente con il Commissario europeo alle migrazioni, Avramopoulos, per procedere alla ricollocazione.

Salvini “Molto soddisfatto”

“Grazie ancora per le decine di migliaia di messaggi di sostegno con #SalviniNonMollare“, scrive il vicepremier su Twitter al termine dell’incontro. “Credo che oggi la vostra e la nostra voce si sia sentita forte e chiara. Io non cambio idea“. Fonti leghiste fanno sapere che il leader del Carroccio è “molto soddisfatto” perché l’accoglienza non comporterà alcun costo per gli italiani. Il vicepremier smentisce anche voci di crisi interna all’esecutivo: “Il governo è compatto sulla linea rigorosa, porti chiusi, lotta agli scafisti e alle Ong”. Ma precisa: “D’ora in poi meglio incontrarsi prima che dopo. L’immigrazione la gestisce il ministro dell’Interno”.

Il tweet di Salvini
© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 2023 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.