Salvini vuole reintrodurre l'obbligo del grembiule a scuola | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Salvini vuole reintrodurre l’obbligo del grembiule a scuola
Politica

Salvini vuole reintrodurre l’obbligo del grembiule a scuola

Di fronte a un grande calo del suo utilizzo, Matteo Salvini dichiara “Rimettere il grembiule farebbe bene ai bambini, eviterebbe simboli di diversità”

Matteo Salvini ha avanzato l’ipotesi dell’introduzione della divisa obbligatoria nelle scuole, che secondo lui “farebbe bene ai bambini ed eviterebbe simboli di diversità”. Si discute anche sul voto in condotta, e sulla possibilità che possa tornare a fare media.

Scuola, utilizzo dei grembiuli in calo

Sembra essere un’usanza superata, quella di fare indossare il grembiule nelle scuole, perfino alle elementari. Sono in forte diminuzione gli istituti scolastici che richiedono il suo utilizzo obbligatorio. Ma il grembiule, l’uniforme scolastica uguale per tutti i bambini, potrebbe tornare a essere impiegato in tutta Italia. Questa sarebbe la volontà del ministro dell’Interno Matteo Salvini, il quale, da vero amante delle divise, si augura un ritorno anche all’uso della divisa scolastica. “Almeno alle scuole elementari rimettere il grembiule farebbe bene ai bambini ed eviterebbe simboli di diversità”, ha detto Salvini a Tg2Italia.

Salvini “Rimetterlo sarebbe occasione di parità”

La discussione è nata, appunto, dalla questione della presunta illegalità delle divise indossate dal ministro dell’Interno e contestate da alcuni organi dello Stato, come i Vigili del fuoco.

Per Salvini, però, le divise sono un “segno di riconoscimento per chi ogni giorno sacrifica la propria vita per gli italiani”. E lo stesso discorso per il ministro dell’Interno sembra valere per il grembiule: “Rimetterlo sarebbe un’occasione di parità”. Un sistema che permetterebbe di mettere tutti sullo stesso piano, tra chi ha “felpe da 400 euro” e chi indossa “golfini da 20 euro”.

La questione del voto di condotta

L’altro cambiamento, scrive TPI, riguarda la proposta sul voto di condotta. La Lega ha intenzione di abolire un’altra parte della riforma della Buona scuola e ripristinare nell’istruzione obbligatorio il voto in condotta che fa media. La condotta può quindi influire sulla bocciatura di uno studente, indipendentemente dall’andamento delle altre materie. La proposta, che ha lo scopo di abbattere il bullismo e il cyberbullismo, è stata presentata dal capogruppo in Senato, Massimiliano Romeo.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche