×

Blitz di parlamentari sulla Sea Watch, Salvini “Contro la legge”

Condividi su Facebook

Una delegazione di tre parlamentari (Prestigiacomo, Fratoianni e Magi) ha raggiunto la Sea Watch per raccogliere le testimonianze dei migranti.

Sea Watch, blitz di parlamentari
Sea Watch, blitz di parlamentari

Un gruppo di parlamentari ha raggiunto la Sea Watch 3 ed è salito a bordo della nave, ferma al largo di Siracusa, per raccogliere le testimonianze dei migranti. Il blitz è avvenuto a bordo del gommone di proprietà di Stefania Prestigiacomo, esponente di Forza Italia e in possesso di patente nautica.

Con lei erano presenti anche Nicola Fratoianni, di Sinistra Italiana, e Riccardo Magi, di +Europa. “Abbiamo fatto un blitz utilizzando un gommone”, ha spiegato Fratoianni. “Con noi anche un avvocato e uno psicologo”. Su Twitter il deputato di Sinistra Italiana ha riferito che “i migranti ospiti della nave sono preoccupati perché non hanno potuto avvisare i loro familiari che sono in salvo. Sperano di attraccare quanto prima perché fa freddo”.

“La delegazione sta tornando a terra. I 47 naufraghi rimangono ostaggio del governo e della sua barbara propaganda“, si legge sul profilo Twitter di Sea Watch Italy. “Salvare in mare non è un crimine, tenere in ostaggio le persone sì”.

Sea Watch, le testimonianze dei migranti

I parlamentari hanno raccolto le testimonianze dei migranti. Molti di loro hanno mostrato chiari segni di abusi e torture subite in Libia. Lo psicologo Gaetano Sgarlata ha dichiarato: “La loro situazione è penosa.

Ho avuto colloqui con dieci persone, tra cui tre minori. C’è una persona che ha perso un occhio, gente con tagli e dita delle mani deformate per i colpi ricevuti”. La deputata Stefania Prestigiacomo ha definito “gravissimo e senza precedenti” il fatto che “l’autorità marittima sanitaria non ha accolto ieri la richiesta di accertamento sanitario inoltrata su nostro consiglio dal comandante”. Fabio Scavone, procuratore reggente di Siracusa, ha riferito che “il comandante della Sea Watch ha chiesto assistenza psicologica per le persone a bordo.

Non ha sollecitato un intervento per emergenza medica”.

“La questione migranti non è uno show mediatico di esibizione di forza, come sosteniamo da tempo”, ha continuato la Prestigiacomo. “Va affrontata in modo serio, politico, in Europa, senza isolare il Paese dai suoi partner europei e soprattutto senza mettere a rischio vite umane”.

Salvini “Favoriscono l’immigrazione clandestina”

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha duramente condannato l’azione dei parlamentari, che “non rispettano le leggi e favoriscono l’immigrazione clandestina“.

Secondo Pasquale De Sena, professore di Diritto Internazionale all’Università Cattolica di Milano, “non c’è nessun concorso da parte dei parlamentari e degli esponenti politici saliti sulla Sea Watch in un eventuale reato, per altro non provato. Se il ministro Salvini ha elementi che indicano che la Ong ha violato le norme sul contrasto all’immigrazione clandestina, li denunci alla procura di Siracusa. Ma se anche emergessero rilievi in tal senso, non c’è alcun concorso da parte dei parlamentari, che sono saliti sulla nave solo per verificare le condizioni dei migranti”.

Il ministro Luigi Di Maio, ospite a Non è l’arena, ha ribadito il suo impegno a “far arrivare in Olanda queste persone. Io non sono per registrare coloro che sbarcano in Italia, se le registra il governo olandese”.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.