Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Dimartedì, Di Battista al pubblico: “Oggi non applaudite?”
Politica

Dimartedì, Di Battista al pubblico: “Oggi non applaudite?”

Alessandro Di Battista, ospite da Giovanni Floris a Dimartedì su La7, reagisce stizzito al mancato applauso del pubblico nei suoi confronti.

Durante la puntata di Dimartedì su La7, condotto come sempre da Giovanni Floris, si è consumato un siparietto tra lo stesso conduttore romano e il grillino Alessandro Di Battista. Subito dopo la fine di una risposta particolarmente concitata fornita dall’esponente 5 stelle al conduttore, il grillino si è momentaneamente alterato per non aver ricevuto il solito applauso “televisivo” dal pubblico presente in studio, dando vita ad un momento a metà tra il sarcastico e l’imbarazzante.

Il siparietto

Queste le parole piccate di Di Battista: “Oggi non applaudite nessuno? Grazie” e una volta partito il tanto desiderato applauso, rincara la dose “Si può, lo potete fare. Non vi hanno fatto il gesto?”. Gli risponde a tono il giornalista chiedendogli ironicamente: “Vuole che glie ne chiamiamo qualcuno in più?“.

L’intervista a Di Battista: i punti chiave

L’intervista che ha visto protagonista l’importante esponente del Movimento, a margine del quale si è consumato il sopra citato siparietto, si è sviluppa intorno a tematiche legate alla Tav, al Pil in calo e all’economia, per poi concludere con le difficoltà del M5s riscontrate dai sondaggi e soprattutto, dalla sconfitta a livello regionale in Abruzzo.

In particolare, riguardo il tema estremamente caldo della Tav, Di Battista ha affermato che l’analisi costi-benefici, in quanto affidata ad un team di esperti, andrebbe letta con attenzione prima di essere giudicata.

Successivamente, ha sostenuto che anche Salvini dovrebbe leggere l’analisi e superare la “posizione ideologica” non concreta che, secondo l’esponente dei 5 stelle, gli fa sostenere ancora il progetto. Smentisce inoltre che il Movimento sia contro il progresso: “è una balla. Si devono spendere i soldi per fare opere, non fare opere per spendere soldi”. Per quando riguarda il caso Diciotti e l’eventuale processo di Salvini, Di Battista dichiara invece che lui al posto del vicepremier leghista si farebbe processare.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marco Lomonaco
Marco Lomonaco 337 Articoli
Classe '95, nato a Milano, vive a Rho. Laureato in filosofia alla Statale, poi masterizzato al Sole 24 Ore. E' vice responsabile di redazione a IlGiornaleOFF, spin-off culturale del weekend e webzine del quotidiano Il Giornale. Scrive per Il Giornale, per il settimanale OGGI e per Notizie.it. Ha lavorato a Radio24 nel team de La Zanzara di Cruciani e Parenzo.