Scontro tra Calenda e Meloni sui matrimoni misti | Notizie.it
Scintille su Twitter tra Calenda e Meloni per i “matrimoni misti”
Politica

Scintille su Twitter tra Calenda e Meloni per i “matrimoni misti”

Meloni Calenda matrimoni misti
Meloni Calenda matrimoni misti

Calenda ha accusato la leader di Fratelli d'Italia di essere "la versione burina del KKK. Difendi la specie. No ai centauri". Meloni: "Cafone".

Più che un dibattito politico sulla famiglia, quello tra Carlo Calenda e Giorgia Meloni sembra uno scontro da bar – e neppure dei più educati. Ma, invece che alla presenza di pochi intimi amici, è avvenuto davanti a migliaia di follower che su Twitter hanno assistito a uno scambio di battute e attacchi poco consoni ai ruoli ricoperti dai due protagonisti. Tutto è cominciato con un tweet della leader di Fratelli d’Italia in difesa del Congresso sulla famiglia di Verona: “Il M5S diffonde fake news sul Congresso, sostenendo che sia contro la libertà delle donne. Dichiarazioni ridicole, senza alcun riscontro. Loro invece sono per la droga libera, la propaganda gender, i matrimoni misti: praticamente una comitiva di punkabbestia al governo”.

“La versione burina del KKK”

Ad attirare l’attenzione di Carlo Calenda non è stato tanto l’allarme fake news e neppure l’epiteto, assai poco istituzionale, di “punkabbestia”, quanto il riferimento ai “matrimoni misti”. “Ma ti sei bevuta il cervello? Cosa sei, la versione burina del KKK [Ku Klux Klan, ndr]? Prenditi una pausa.

Lunga”, è il consiglio del dem.

All’accusa di essere una “burina”, la Meloni ha risposto con un “cafone. Evidentemente ormai siete già alla fase in cui vi sbracciate per difendere i grillini nella speranza di tornare al governo”, precisando che in effetti “misti non è la parola giusta. Mi riferivo alla proposta di Sibilia sui matrimoni di gruppo e tra specie diverse“. Un’eventualità – quella delle nozze tra specie diverse – che ha impensierito l’ex ministro: “Mi raccomando, tieni d’occhio questi benedetti cavalli che non vogliono stare al loro posto e pretendono di sposare noi uomini. Difendi la specie. No ai centauri“.

Toti difende la Meloni

Ma non è finita qui, tanto che l’hashtag #matrimonimisti è entrato in trending topic su Twitter. A prendere le difese della leader di FdI ci ha pensato Giovanni Toti: “La sinistra, con toni molto gentili, attacca nuovamente l’amica Giorgia Meloni con parole assurde e offensive. Stavolta ci ha pensato Calenda, che l’ha definita ‘la versione burina del KKK’. Offese inaccettabili‘”.

“Giovanni, sei un amministratore di una importante regione italiana non metterti a difendere l’indifendibile“, ha risposto Calenda. “La Meloni dice cose assurde e gravissime senza neanche rendersene conto. I matrimoni misti. Ma per favore.”


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 2063 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.