L’attacco di Di Maio a Salvini: “Negare il 25 aprile? Lo trovo grave”
Politica

L’attacco di Di Maio a Salvini: “Negare il 25 aprile? Lo trovo grave”

di maio salvini

Luigi Di Maio ha attaccato Salvini sul 25 aprile: "Chi rinnega era a Verona con gli antiabortisti".

Il vicepremier e leader del Movimento 5 stelle ha annunciato la sua partecipazione alle manifestazioni per la Liberazione e ne ha approfittato per sferrare il suo attacco ai leghisti: “Leggo che qualcuno oggi arriva persino a negare il 25 aprile, il giorno della Liberazione. Lo trovo grave” ha detto il ministro in diretta Facebook. “Non è alzando le spalle e sbuffando che questo Paese cresce – ha proseguito -. Al contrario, cresciamo se diamo forza a certi valori, alla nostra storia. Perché col menefreghismo non si va da nessuna parte”. Matteo Salvini, dal canto suo, ha liquidato le celebrazioni per il 25 aprile a un “derby tra rossi e neri”. Il leader del M5s parteciperà alle celebrazioni organizzate dalla Comunità ebraica di Roma insieme ai ministri Trenta e Bonafede e alla sindaca di Roma. In particolare Trena e Raggi si recheranno al sit in al Cimitero di guerra del Commonwealth, mentre Di Maio e Bonafede saranno alla Sinagoga per rendere omaggio alla Brigata ebraica.

Il comunicato dell’Associazione dei Partigiani

L’Associazione dei Partigiani è intervenuta in difesa della Liberazione contro chi cerca di negarla.

“Il 25 aprile è Festa nazionale – recita la nota -. La Festa della Liberazione dell’Italia dal giogo nazi-fascista. Essa vedrà migliaia e migliaia di persone nelle piazze e nelle vie di tantissime città e paesi. Nessuno riuscirà a cancellarla. Ci riferiamo, in particolare, a chi cerca di negarla, paragonandola ad uno scontro tra “fascisti e comunisti”, mentre essa fu lotta vincitrice del popolo italiano contro il nazi-fascismo, a chi continua a gettare fango e fuoco sulla memoria delle partigiane e dei partigiani, a chi tenta con il solito argomentare razzista e ignorante di riportare l’orologio della storia al ventennio di Benito Mussolini. Il 25 aprile ricorda la vittoria degli ideali di libertà e democrazia che hanno spazzato via la dittatura. E’ il canto corale delle origini autentiche della nostra Repubblica. La maggioranza delle cittadine e dei cittadini italiani si riconosce con coscienza, fedeltà, entusiasmo e passione civile nella Festa della Liberazione”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Antonella Ferrari
Classe 1995, lodigiana di nascita, grande appassionata di danza, sport e viaggi. Laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano, coltiva da sempre l’interesse per il giornalismo. Dopo aver svolto uno stage nella redazione di un quotidiano locale, da ottobre 2018 collabora con Entire Digital Publishing in qualità di redattrice per Notizie.it.