×

Di Martedì, Elsa Fornero attacca Salvini: “Farebbe bene a stare zitto”

L'ex ministro del governo Monti ha criticato il vicepremier leghista a proposito della foto con il mitra e del paragone tra il 25 aprile e un derby.

Fornero contro Salvini
Fornero contro Salvini

Si riaccende lo scontro tra Elsa Fornero e Matteo Salvini. Questa volta teatro della schermaglia a distanza è Di Martedì, il talk show in onda su La7 condotto da Giovanni Floris. L’ex ministro del Lavoro del governo Monti, in collegamento, è stata chiamata dal presentatore a commentare la fotografia che ritrae il vicepremier leghista che imbraccia un mitra. “Guardi, ci sarebbero moltissime cose da dire”, esordisce l’economista. “A me è venuta in mente una cosa. Io sono della generazione a cui hanno insegnato il valore dell’esempio. Un uomo che sta al governo deve dare l’esempio. A me sembra che Salvini non faccia altro che dare cattivo esempio e che questo induca il Paese a incattivirsi“.

Il 25 aprile e il caso Siri

Ma ancora più pungenti sono le critiche avanzate a proposito del paragone, a opera di Salvini, tra la celebrazione del 25 aprile e un derby.

“Anche questo ridurre la resistenza, la lotta contro il fascismo, a un derby denota la mancanza assoluta di cultura anche storica”, ha commentato la Fornero. “Denota una trasandatezza sui valori che non è accettabile, in particolare non è accettabile da una persona che sta al governo. Forse farebbe meglio a stare zitto qualche volta”.

“Lui dice le cose che pensa, poi sta a noi valutare”, è la risposta di Floris, che chiede infine un commento sul caso Siri, definendolo una “vicenda morale eterna”. L’ex ministro del Lavoro risponde: “Mi sono già molto molto stupita che una persona che ha patteggiato per bancarotta fraudolenta sia al governo. La bancarotta fraudolenta è frode e se c’è una frode vuol dire che qualcuno l’ha subita. Dovremmo anche andare indietro e vedere chi ha subito questa frode e vedere chi ne è responsabile.

In ogni caso mi sembra che sia una storia sbagliata fin dall’inizio, al di là di quello che decideranno i giudici”.


Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.


Contatti:

Contatti:
Lisa Pendezza

Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.

Leggi anche