×

Silvio Berlusconi, “Ho pensato di essere arrivato alla fine”

Silvio Berlusconi era stato ricoverato martedì 30 aprile ed è stato operato per un'occlusione intestinale.

silvio berlusconi

Silvio Berlusconi, 82 anni, è stato dimesso poco dopo le 12 di lunedì 6 maggio. Il leader di Forza Italia, all’uscita dall’ospedale San Raffaele, è apparso stanco e provato, ma nonostante questo non ha rinunciato a due battute con i giornalisti, come riportato da Libero: “Tante cose che si sono succedute negli ultimi tempi mi hanno fatto naturalmente pensare di essere arrivato alla fine del girone.

Invece ho avuto una ripresa formidabile. Tutti i valori fondamentali sono a posto”. Berlusconi era stato ricoverato il 30 aprile ed era stato sottoposto a un intervento d’urgenza per un’occlusione intestinale.

“Sto bene, ho avuto paura”

“Io sto bene, ma ho avuto una bella paura” ha dichiarato con voce tremante. “Adesso farò qualche giorno di convalescenza, l’ho promesso a chi mi ha curato, e poi farò regolarmente campagna elettorale nelle due ultime settimane prima del voto europeo.

Potrò mettermi in contatto bene con gli italiani e cercare di far capire in che situazione siamo. Una situazione che mi dava grave preoccupazione” ha riferito prima di concludere sulla possibilità di partecipare a comizi pubblici: “Non credo li farò. Basterà fare campagna elettorale attraverso giornali, radio e tv”.

Il malore

Silvio Berlusconi è stato trasportato al San Raffaele nella mattinata di martedì 30 aprile. Il leader di Forza Italia si era recato all’ospedale a causa di una colica renale accusata nella notte, e, dopo un lungo consulto, si era deciso di intervenire con un’operazione chirurgica.

Sin dal primo bollettino medico post-operatorio, le condizioni del cavaliere non hanno destato preoccupazione: “Non ha nulla da invidiare ad un ventenne” ha dichiarato il dottor Zangrillo.

Contents.media
Ultima ora