×

Sblocca cantieri, via libera a telecamere in asili e case di cura

Le commissioni Lavori Pubblici e Ambiente in Senato hanno approvato un emendamento bipartisan, firmato da Lega, M5S, Pd e FI.

Sblocca cantieri, telecamere
Sblocca cantieri, telecamere

Novità in arrivo all’interno delle scuole dell’infanzia e nelle case di cura per l’assistenza agli anziani. Secondo quanto si apprende da Tgcom24, le commissioni Lavori Pubblici e Ambiente del Senato hanno approvato un emendamento bipartisan al decreto sblocca cantieri.

Il provvedimento, firmato non solo dai due partiti di governo ma anche da Pd e Forza Italia, è stato modificato solo per quanto riguarda le coperture finanziarie. Presto, dunque, le strutture interessate dal dl saranno obbligate a istallare telecamere di sorveglianza in ogni aula.

Decreto sblocca cantieri, le novità

La proposta di Lega, M5S, FI e Pd prevede di assegnare al Viminale 5 milioni di euro per il 2019 e 15 milioni per gli anni dal 2020 al 2024, per aiutare i Comuni a installare le telecamere previste dallo sblocca cantieri per le scuole.

Altrettanti fondi serviranno, invece, per le strutture socio-sanitarie e assistenziali per anziani. Il testo arriverà domani in Aula a Palazzo Madama, per la presentazione di ulteriori emendamenti, informa Repubblica.

“Telecamere per difendere bimbi, anziani e disabili, altra promessa mantenuta!”, ha commentato il vicepremier Matteo Salvini. Annagrazia Calabria, promotrice della legge sulla videosorveglianza e deputata di Forza Italia, ha dichiarato: “Il via libera ai fondi per l’installazione di telecamere nelle scuole per l’infanzia e nelle strutture socio assistenziali per anziani e disabili dà ragione alla battaglia che Forza Italia porta avanti da tempo a tutela dei più deboli.

Il fatto che questo obiettivo sia condiviso in maniera trasversale è motivo di grande soddisfazione. Ci auguriamo che ora si acceleri sull’arrivo in Senato del provvedimento per offrire una normativa ampia e coerente che punti anche sulla formazione del personale come forma imprescindibile di prevenzione di abusi e maltrattamenti”.

La protesta dei sindacati

Protestano i sindacati, che sono scesi in piazza a Montecitorio. “Con il decreto sblocca cantieri il governo mira a stravolgere il codice degli appalti pubblici e a riconsegnare il sistema nelle mani delle consorterie dei comitati d’affari, in un Paese come l’Italia ad altissima possibilità di infiltrazione mafiosa. Un provvedimento che produrrà meno lavoro sicuro e garantito”, hanno dichiarato i rappresentanti delle tre confederazioni presenti.

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora