×

Salvini: “Bene la relazione di Bankitalia, subito flat tax”

Fonti del M5S: "La proposta della Lega di finanziare in deficit la flat tax ci trova favorevoli". Conte: "Il progetto non è arrivato a Palazzo Chigi".

Salvini su Bankitalia e flat tax
Salvini su Bankitalia e flat tax

Matteo Salvini accoglie positivamente la relazione del governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, che cita come prova a sostegno dei provvedimenti in materia economica sostenuti dalla Lega. “Bene la relazione della Banca d’Italia, che conferma la necessità di uno choc fiscale per far ripartire l’economia italiana”, ha commentato il vicepremier su Twitter.

Uno choc che dovrà passare in primo luogo attraverso la realizzazione della “flat tax, la prima riforma che il governo e il Parlamento dovranno discutere”.

Il M5S apre alla flat tax

Ma la vera sorpresa arriva dal Movimento 5 Stelle che, dopo aver mantenuto per mesi un atteggiamento scettico e prudente nei confronti della tassa piatta, sembra oggi aprire al provvedimento leghista. “Autorevoli fonti anonime” dello schieramento grillino, citate da Repubblica, hanno diffuso il seguente messaggio: “La proposta della Lega di finanziare in deficit la flat tax ci trova favorevoli. A maggior ragione se, come apprendiamo, Tria già condivide questa idea.

Ben venga il regime fiscale al 15% per i redditi fino a 65 mila euro”.

Conte: “Progetto non a Palazzo Chigi”

Con l’appoggio dei 5 Stelle, Salvini intende portare la flat tax al prossimo Consiglio dei ministri. Ma Giuseppe Conte ha replicato sottolineando che “il progetto non è ancora arrivato a Palazzo Chigi. Prendiamo ancora questi giorni, ma sicuramente lunedì sarà la prima buona occasione per fare il punto della situazione. Voglio parlare agli italiani. Questo è il governo del cambiamento, della chiarezza”. Il premier ha poi commentato le dichiarazioni di Visco, confermando che “questo governo fino all’ultimo perseguirà un disegno di crescita economica quale preannunciato nei documenti ufficiali, che sono il Def approvato in Parlamento e tutti i passaggi formali. Vogliamo coniugare la crescita economica con lo sviluppo sociale. Rimaniamo in quel quadro e vogliamo far valere il nostro progetto di crescita anche in Europa, in un quadro di compatibilità con la finanza pubblica”.

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora