> > Festa della Repubblica, polemica tra Matteo Salvini e Roberto Fico

Festa della Repubblica, polemica tra Matteo Salvini e Roberto Fico

roberto fico

Il tema dell'inclusione scelto per la 73esima festa della Repubblica ha suscitato polemiche tra Matteo Salvini e Roberto Fico.

Il tema scelto dal Ministro della Difesa per il 73esimo anniversario della Repubblica è l’inclusione.

Elisabetta Trenta, infatti, dichiara: “Oggi è la festa di tutti quelli che si trovano sul nostro territorio, è dedicata ai migranti, ai rom, ai sinti, che sono qui ed hanno gli stessi diritti”. Da queste parole, però, è scattata una spirale di polemiche tra il presidente della Camera, Roberto Fico, e il inistro degli Interni, Matteo Salvini. Il primo rilancia la festa anche alle minoranze presenti sul territorio nazionale; il leader del Carroccio, invece, punta solo sugli italiani.

Lo scontro Salvini-Fico

Il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico ha pubblicato in mattinata un post su Twitter dove dedica le celebrazioni alle minoranze. “La nostra bandiera significa libertà, significa diritti e rispetto di tutte le persone che sono sul territorio italiano, chiunque vi è e chiunque vi transita. La grandezza della Repubblica è essere di tutti e la sua Festa va dedicata a tutti gli italiani, a tutti i migranti che si trovano in Italia, a tutte le comunità, anche quelle minori e più deboli, ai rom e ai sinti anche essi perseguitati e vittime dell’Olocausto.

La Repubblica non fa differenze e la sua bandiera sventola per tutti”.

La risposta del Ministro degli Interni è stata immediata. Salvini, infarri, ribadisce: “Io dedico la Festa della Repubblica all’Italia e agli italiani, alle nostre donne e uomini in divisa che, con coraggio e passione, difendono la sicurezza, l’onore e il futuro del nostro Paese e dei nostri figli. Sono al fianco delle nostre forze armate in Italia e nel mondo”.

Infine, con un tono decisamente diverso, ha aggiunto: “Qua c’è gente che rischia la vita per difendere l’Italia nel mondo e sentire il presidente della Camera che si tratta della festa dei migranti e dei rom a me fa girare le scatole”.

Lo scetticismo di Giorgetti

Un altro tema caldo nella giornata del 2 Giugno è la tenuta del Governo. Il leader leghista dichiara: “Il governo va avanti se taglia le tasse”. Il sottosegretario Giancarlo Giorgetti, però, commenta: “Se sono scettico sul governo? Sono realista. Aspettiamo che Conte, Di Maio e Salvini si chiariscano e vediamo”.

L’assenza di Giorgia Meloni

La leader di Fratelli d’Italia non partecipa alla sfilata per protesta. Il partito espone uno striscione nei pressi dei Fori Imperiali con su scritto: “Peace and love? No grazie! Viva le Forze Armate”.