×

Sardegna, Pais rivuole i vitalizi agli onorevoli

Michele Pais ha presentato la proposta di legge per la reintroduzione del vitalizio, eliminato nel gennaio 2014.

michele pais

Il presidente del Consiglio regionale della Sardegna, Michele Pais, ha espresso la propria posizione sui vitalizi agli onorevoli sardi: devono essere reintrodotti. Il suo punto di vista è stato ampiamente spiegato nella bozza della proposta di legge, con allegato schema per la reintroduzione, che ha poi consegnato ai colleghi della maggioranza di centrodestra. Questi ultimi si sarebbero accodati alla richiesta di Pais, tutto tranne uno: Michele Cossa, capogruppo dei riformatori.

Vitalizi in Sardegna

Nella regione, i vitalizi sono stati cancellati nel gennaio 2014 dopo l’inchiesta giudiziaria dei Fondi ai gruppi, con l’intera Assemblea finita sotto indagine per il presunto peculato. Con la nuova disposizione di legge, “Disposizioni in materia di status di consigliere regionale”, Pais vorrebbe far riottenere agli onorevoli il vitalizio a partire però dal 68esimo anno di età.

Alla situazione odierna, infatti, ogni esponente dell’Assemblea, percepisce, oltre allo stipendio, solamente il Tfr.

Le parole di Zedda

Su Facebook, l’ex sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, ha espresso la propria posizione in merito, dicendo: “La prima proposta di legge della maggioranza leghista e sardista, illustrata ai capigruppo dal presidente del Consiglio regionale, riguarda il ripristino degli assegni vitalizi da riconoscere ai consiglieri comunali. Non la continuità territoriale, non la vertenza latte, non il porto canale di Cagliari. Dopo tre mesi – prosegue Zedda -, la prima legge è per le pensioni dei consiglieri regionali. Dicono sempre “Prima gli italiani, prima i sardi” – riferendosi alla Lega -, ma la verità è che pensano solo a sé stessi. Pensano solo ai privilegi e alle pensioni per i consiglieri regionali”.

A rincarare la dose ci ha pensato poi Agnus, il quale ha dichiarato: “Dopo 100 giorni di governo, ecco il risultato di questa maggioranza. L’unico obiettivo è pensare al proprio tornaconto“.


Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Caricamento...

Leggi anche