×

Salvini, disobbedienza a leggi ingiuste ma pugno duro su Sea Watch

Matteo Salvini ritorna di nuovo sui suoi passi e cambia idea rispetto alla disobbedienza civile. Le opposizioni lo attaccano su Twitter.

matteo salvini
matteo salvini

Matteo Salvini è di nuovo preso di mira dalle opposizioni. Infatti, un altro tweet del 2015 sembrerebbe in contraddizione con le sue ultime parole pronunciate contro il capitano della Sea Watch Carola Rackete. La 31enne ha forza il blocco e ha attraccato al porto di Lampedusa per far sbarcare i migranti a bordo. Il ministro degli Interni, però, ha speso parole molto dure contro la condotta di Carola. Ma dall’altro lato la giovane può contare su alcuni sostenitori, tra i quali il Pd, l’ex M5s Gregorio De Falco, ma anche le Acli e la Cgil. Per questi ultimi, infatti, le azioni della capitana sono pienamente accettabili: la disobbedienza civile, per loro, è ammessa se si tratta di salvare vite umane. Non è della stessa opinione il leader del Carroccio.

O almeno per il momento.

tweet salvini

Il tweet di Salvini

Il tweet di cui si è accennato risale al 28 febbraio 2015, quando la Lega era ancora all’opposizione. Matteo Salvini in quel periodo era ancora segretario del partito in una campagna elettorale permanente. L’attuale ministro scriveva: “renziacasa: mi piacerebbe si studiasse Don Milani, a leggi sbagliate si deve disobbedire finché non cambia e in Italia son tante”. Il leader del Carroccio invocava la disobbedienza civile alle norme definite “ingiuste” e il riferimento era alla legge sulle Unioni civili promossa da Matteo Renzi. Dopo quattro anni, però, Matteo Salvini si trova alla guida del paese e su Twitter, pochi giorni fa, ha scritto: “Siamo alla FOLLIA! ‘In stato di necessità si possono violare le leggi’, parola dell’ex ministro dei trasporti italiano nonché parlamentare del Pd…

Roba da matti. Fossi in loro e negli elettori mi vergognerei”. Un grande cambio di opinione, ma non è una novità per il leader della Lega.

Le reazioni

Questa volta la prima deputata ad accorgersi della contraddizione è stata la dem Alessia Morani. Ma il tweet del ministro dell’Interno ha provocato numerose reazioni. Tra queste c’è chi scrive: “Lascia stare Don Milani, quelli come voi li schifava”. Oppure rivolgendosi direttamente al leader del Carroccio: “Ipocrita, incoerente opportunista, cattivo con i deboli”. Infine ci sono quelli che puntano sull’ironia scrivendo:”Bravo matteosalvinimi! Infatti CarolaRackete ha disobbedito ad una legge ingiusta! Vai tranquillo, siamo dalla sua parte e seguendo il tuo invito, combatteremo chi quella legge ingiusta l’ha scritta e votata!”. O ancora: “Sono d’accordo con te, l’unico modo di reagire alle leggi ingiuste è la disobbedienza! Adesso che sei Ministro puoi disobbedire anche alle leggi di m***a che hai fatto tu #SeaWach3″.


Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

1
Scrivi un commento

300
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
massimiliano

ma che cazzo dici quale rubato casomai sono gli altri che che rubano bada bene . inoltre il post vecchio dice che alcune regole sbagliate vanno cambiate io non vedo nulla di sbagliato in una legge che vieta la mercanzia di vite umane in cambio di denaro e di favoreggiamento della clandestinità e violazione dei divieti territoriali come ha fatto la viscida capitana carola. Fregati il cervello contro il muro prima di sparate cazzate babbeo dei miei coglioni.


Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Caricamento...

Leggi anche