×

Mediterranea, Salvini: “Vadano a Malta, o sarà un atto di pirateria”

Il ministro dell'Interno si è scagliato contro la nave Alex, diretta verso Lampedusa con a bordo 54 naufraghi, nonostante lo stop del Viminale.

Salvini migranti Mediterranea
Salvini migranti Mediterranea

Il caso Sea Watch si è appena chiuso, ma una nuova nave delle Ong fa rotta verso l’Italia con a bordo 54 naufraghi salvati al largo della Libia. Contro la nave Alex della Mediterranea si è scagliato Matteo Salvini, che ha avvertito l’equipaggio di trovare un porto sicuro diverso da quello di Lampedusa. “Se non si dirigeranno verso Malta, è chiaro che sarà l’ennesimo atto di disobbedienza, violenza e pirateria. Io non mollo!”, ha commentato il ministro dell’Interno.

L’attacco di Salvini

“Le autorità marittime maltesi hanno dato alla nave dei centri sociali indicazione di dirigersi verso il porto di La Valletta, dove potranno attraccare”, ha continuato Salvini. “Incredibilmente, la Ong si sta rifiutando di andare a Malta, Paese europeo sicuro! In questo momento sono fermi, affiancati dalla nave di una Ong spagnola, poiché stanotte abbiamo consegnato il divieto di ingresso nelle acque italiane”.

Il vicepremier ha inoltre informato i media di aver firmato, durante la notte, un documento di divieto di ingresso, transito e sosta in acque territoriali italiane. Il testo porta la firma anche del ministro dei Trasporti Danilo Toninelli e quello della Difesa Elisabetta Trenta. L’equipaggio ha definito il documento “un decreto illegittimo dei ministri dell’Interno, Difesa e Trasporti”.

Erasmo Palazzotto, deputato della Sinistra italiana a bordo di Mediterranea, ha risposto alle accuse del leader leghista dichiarando che l’equipaggio è orgoglioso e felice “di aver strappato 54 vite umane all’inferno della Libia. Adesso serve subito un porto sicuro”. Il deputato ha inoltre sottolineato che tra i naufraghi “in pessime condizioni” ci sono anche tre donne incinte e quattro minori.

Nelle stesse ore, altri 14 migranti sono sbarcati dopo aver raggiunto le coste di Lampedusa a bordo di un barchino, fa sapere Tgcom24.


Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche