Scontro sui migranti, continua il botta e risposta al Governo
Politica

Scontro sui migranti, continua il botta e risposta al Governo

di stefano

"Si sente Maradona ma gioca come Higuain fuori forma" ha detto il pentastellato. Trenta: "Avevo avvisato Salvini ma non mi ha ascoltata".

Continua il botta e risposta al Governo sul tema migranti. Tutto era iniziato con lo scontro tra il ministro Salvini e la Difesa, ma ora a suon di dichiarazioni e post su Facebook lo scontro sta continuando. L’ultimo atto è l’attacco sferrato su Facebook dal pentastellato Manlio Di Stefano, viceministro degli Esteri. “Il problema è sempre lo stesso – ha esordito -. Se vuoi fare tutto da solo e non passi mai la palla, se tieni lo sguardo fisso a terra senza accorgerti mai dei tuoi compagni, in porta non ci arrivi mai. Se ti senti Maradona e poi giochi come Higuain fuori forma, è un serio problema, perché di mezzo c’è il Paese. Non si può dire che è sempre colpa degli altri”. Rapida la replica dei leghisti: “Ignorante, vada in Venezuela”.

“Gaffe e offese ai colleghi”

L’attacco di Di Stefano è poi proseguito entrando nel merito della questione Salvini-Trenta: “Si è chiesto l’intervento della Marina in acque italiane, ma è la Guardia di Finanza a svolgere le funzioni di polizia in mare.

Dunque, il ministero dell’Economia, non la Difesa. Ci si è lamentati di non aver ricevuto alcun sostegno, ma è stato il Viminale a rifiutare la proposta della Difesa di trasbordare i migranti a Malta e su questo ci aspettiamo delle spiegazioni”.

Le accuse dei 5 stelle

Sul blog delle Stelle è intanto stato pubblicato un articolo che accusa i media di accendere i riflettori sulle ong e sui migranti, senza però dimenticare una stoccata nei confronti del ministro dell’Interno: “Nell’ultimo mese sono arrivati in Italia più di 300 irregolari e nessuno ne parla. Questo è un gioco al massacro molto pericoloso. Anche ieri, mentre tutti discutevano di 54 migranti sulla Mediterranea, poco prima, nella notte, a Lampedusa, ne erano sbarcati 70. Nessuno se ne accorge però, la fiction è più forte della realtà“.

“Salvini non mi ha ascoltata”

Dopo svariati botta e risposta torna a parlare anche la ministra Trenta, accusata da Salvini di averlo lasciato “solo” a risolvere la questione migranti.

Interpellata dal Corriere della Sera, la titolare della Difesa avrebbe detto: “Quanto sta accadendo in questi giorni si sarebbe potuto evitare. Lo avevo detto a Matteo Salvini: senza la missione Sophia torneranno le ong. Non ha voluto ascoltare e si lamenta. E’ sorprendente che attacchi i militari dopo che siamo stati noi a chiedere al Viminale se volevano supporto per il trasbordo dei migranti a Malta, visto che nessuno veniva a prenderseli”. Poi una parola sul futuro: “Indipendentemente dal caso migranti e dalle ong, l’emergenza da affrontare è quanto sta accadendo in Libia perché la situazione è peggiorata sensibilmente e ho dato mandato allo Stato maggiore di pianificare vari scenari”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Antonella Ferrari
Classe 1995, lodigiana di nascita, grande appassionata di danza, sport e viaggi. Laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano, coltiva da sempre l’interesse per il giornalismo. Dopo aver svolto uno stage nella redazione di un quotidiano locale, da ottobre 2018 collabora con Entire Digital Publishing in qualità di redattrice per Notizie.it.