Renzi contro Salvini: “Si serve dei migranti per dettare l’agenda politica”
Politica

Renzi contro Salvini: “Si serve dei migranti per dettare l’agenda politica”

Matteo Renzi Salvini migranti
Matteo Renzi Salvini migranti

L'ex premier ha accusato il ministro di fare propaganda politica e aumentare il clima d'odio, senza trovare soluzioni reali.

La tensione tra il governo gialloverde e le Ong e la gestione degli sbarchi avvenuti negli ultimi giorni (dalla Sea Watch 3 alla Alex, fino alla questione Alan Kurdi) hanno riacceso lo scontro tra i due Matteo, da un lato l’ex premier Renzi e dall’altro il ministro dell’Interno Salvini. L’ex leader dem ha accusato il capo del Viminale di strumentalizzare l’emergenza migratoria per catalizzare l’attenzione degli elettori su un singolo tema e deviarla dai problemi reali del Paese, egemonizzando l’agenda politica.

“Un’imbarazzante pantomima”

“Non verranno mai in Italia, i porti sono chiusi, non sbarcheranno. I proclami di Salvini durano in media poco più di una mezz’oretta”, esordisce Renzi in un lungo post pubblicato su Facebook. Ma “alla fine sbarcano in Italia. Sbarcano tutti. Sbarcano nel silenzio del capitano che per la rabbia cambia discorso e si butta su una crêpe alla Nutella o su un piatto di tortelli.

E quando sbarcano altrove, come a Malta, noi accogliamo un equivalente numero di migranti in un’imbarazzante pantomima che sarebbe una barzelletta se non fosse condotta sulla pelle di esseri umani”.

Un teatrino che “serve a Salvini solo per dettare l’agenda, non per risolvere la questione“. Ciò che manca è la lungimiranza: “Il problema è che i suoi proclami durano il tempo di un aggiornamento della pagina Facebook, ma la cultura di odio che producono resterà a lungo. Per questo ribadisco i concetti espressi l’altro giorno a Repubblica. Occorre una battaglia culturale, lottare contro la propaganda, investire in educazione, scommettere sulla globalizzazione contro il sovranismo. Chi fa polemica su quella lettera dovrebbe spiegare quali alternative offre: per me la priorità è culturale ed educativa. E venerdì 12, a Milano [al Teatro Elfo Puccini, ndr], vi racconto cosa vogliamo fare per i prossimi mesi.”


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.