×

Lega, fondi russi: Procura di Milano apre fascicolo

Aperta un'inchiesta relativamente ai fondi russi alla Lega. M5s: "Una cosa da non sottovalutare. Chiediamo trasparenza".

fondi russi lega

La Procura di Milano ha comunicato di aver aperto un fascicolo di inchiesta in merito ai presunti fondi russi alla Lega di cui hanno parlato alcune inchieste giornalistiche, tra cui quella di BazzFeed. A coordinare le indagini saranno il pm Fabio De Pasquale con i pm Gaetano Ruta e Sergio Spadaro. L’ipotesi di reato è corruzione internazionale e stando alle prime informazioni, alcuni persone sarebbero già state sentite. Intanto Matteo Salvini continua a smentire:”Io da Mosca ho sempre portato a casa solo Matrioske, Masha e Orso per mia figlia, chiunque dice il contrario mente” ha ribadito il vicepremier nel corso di una diretta Facebook. “Siamo scomodi, è evidente, siamo indagati e intercettati e processati non solo in Italia”. Dal Pd chiedono che Salvini riferisca della vicenda alle Camere.

Lega, fondi russi: gli audio

La registrazione risalirebbe al 18 luglio 2018 all’hotel Metropol di Mosca e dagli audio si sentirebbe il leghista Savoini parlare con alcuni russi relativamente a strategie sovraniste anti-Ue e di questioni legate al petrolio.

L’inchiesta è stata pubblicata dal sito americano BuzzFeed che non dice però in che modo ne sia entrato in possesso, parlando solo di esclusiva. Secondo il sito, le conversazioni registrate avrebbero come scopo quello di arrivare a 65 milioni di dollari, ma non è chiaro se l’accordo sia stato mai raggiunto e se la Lega abbia realmente ottenuto quei soldi, motivo per il quale ora si indaga.

Giorgetti: “Discredito su Salvini”

“C’è gente che millanta. C’è in giro un sacco di gente che parla in nome e per conto del sottoscritto, chissà quante cose si inventa. Nel caso specifico a me sembra che qualche fanfarone le sparava grosse e qualcuno in modo opportunistico per chissà quali fini approfitta del fanfarone per gettare discredito su Salvini” ha commentato Giancarlo Giorgetti intervistato a Rai Radio 1.

Preoccupato il Movimento 5 Stelle: “L’apertura dell’inchiesta è una cosa da non sottovalutare. Chiediamo trasparenza – hanno sottolineato -. Su questo governo non ci deve essere nessuna ombra, il Movimento non ha mai perso nessun finanziamento e mai lo prenderà, noi rispondiamo solo ai cittadini”.


Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Caricamento...

Leggi anche