Conte sul caso Lega-Russia: “Riferirò il 24 luglio in Senato”
Politica

Conte sul caso Lega-Russia: “Riferirò il 24 luglio in Senato”

conte

Al premier Giuseppe Conte è stato chiesto di riferire in Senato il 24 luglio sul caso dei fondi russi della Lega.

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato la sua presenza in Aula al Senato il 24 luglio alle 16.30 per riferire sui presunti fondi russi alla Lega. Lo prevede il calendario approvato dalla conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama.

Le parole di Conte

Il presidente del Consiglio ha spiegato ai giornalisti la sua decisione di riferire di persona sulla vicenda dei presunti finanziamenti russi alla Lega: “Il Parlamento è sacro: è stato chiesto al presidente del Consiglio di riferire. Quando il Parlamento chiama il governo risponde”. Per Conte è una questione di mettere la trasparenza al primo posto per rispondere ai cittadini. Il premier ha dunque confermato la notizia che era stata data da Andrea Marcucci, presidente dei senatori del Partito democratico. Il presidente del Senato e il presidente del Consiglio si occuperanno di decidere insieme la forma, che potrebbe essere una informativa o una comunicazione. La mattina del 17 luglio il segretario del Pd Nicola Zingaretti è stato ricevuto per 30 minuti dal presidente della Camera Fico: “Ringraziamo il Presidente, che non avendo ancora ottenuto alcuna risposta dal Governo, ha reiterato questa mattina la richiesta che il ministro dell’Interno Matteo Salvini riferisca in aula sul caso Russia.

Ora sia la Camera sia il Senato chiedono al Governo di riferire sui fatti di Mosca”. Salvini ha subito riposto alla provocazione, a margine di un evento al gattile del cimitero del Verano a Roma: “Non riferisco sulla fantasia. Siamo assolutamente tranquilli, aspettiamo con ansia la chiusura di queste indagini. Oggi vado in Finlandia per difendere l’interesse del mio Paese, se mi facessero una domanda sulla questione Russia non sarei imbarazzato, possono farti la domanda anche sui Fantastici 4 e risponderei con assoluta tranquillità”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Francesca Sofia Cocco
Nata a Cagliari nel 2000, si è diplomata al liceo classico con 100 e lode e frequenta l'Università Bocconi di Milano. Nel 2015 ha iniziato a collaborare con l'Unione Sarda, per cui scrive articoli di cronaca, cultura, spettacolo e opinione. Ha partecipato come inviata in sala stampa per Radio Bocconi al Festival della canzone italiana di Sanremo 2019.