Maria Elena Boschi risponde agli insulti di Matteo Salvini sui social
Politica

Maria Elena Boschi risponde agli insulti di Matteo Salvini sui social

maria elena boschi matteo salvini
maria elena boschi matteo salvini

Maria Elena Boschi: "Il ministro usa sempre lo stesso schema d’odio sui social. Non ho paura, io non taccio perchè me lo ordina Salvini".

Non si tratta della prima volta che Maria Elena Boschi riceve pesanti insulti sui social. Infatti, già da tempo la donna è nel mirino di critiche e insulti sessisti, soprattutto da parte del ministro degli Interni Matteo Salvini. Sul suo profilo, infatti, la deputata scrive: “Che tristezza pensare che ci siano donne e uomini che sfogano su di me le loro frustrazioni. Quello che è certo è che io non mollo. Mi hanno attaccata così sulle banche e poi abbiamo visto che io non c’entravo niente e che i salva banche li hanno approvati loro. Sulle mie azioni da ministro, il tempo ha chiarito che noi abbiamo fatto il bene dell’Italia. Adesso mi attaccano per aver proposto la mozione di sfiducia“. Ma se il vicepremier Matteo Salvini attacca, la deputata dem Maria Elena Boschi non esita a replicare. Tutto questo crea un circolo vizioso che include anche i follower della Boschi, che prosegue: “La reazione rabbiosa di Salvini (…) non mi fa paura.

Io non taccio perché me lo ordina Salvini”.

Matteo Salvini e Maria Elena Boschi

La vicenda era nata, infatti, da una prima pagina del giornale Libero, interamente dedicata a Maria Elena Boschi. Il quotidiano intitolava l’articolo così: Parola d’ordine: sfiduciare Salvini. Mentre il ministro si difendeva: “Ma questi hanno ancora il coraggio di parlare?”. A questo attacco, la deputata dem aveva riposto: “Caro Salvini, ho ancora il coraggio di parlare. Con noi l’Italia cresceva, c’erano più diritti e meno odio: noi abbiamo portato risultati, non rubli. Soprattutto ho ancora la LIBERTÀ di parlare: come ministro dell’Interno viene pagato per garantirmela, non per attaccarmi. Bacioni”. Con un post su Facebook, però, torna il ministro degli Interni, Matteo Salvini, che scrive: “Con noi, l’Italia cresceva, c’erano più diritti e meno odio: noi abbiamo portato risultati, non rubli”. L’ha detto Maria Elena Boschi, attaccandomi. Già, l’Italia cresceva, col fallimento delle banche, la legge Fornero e migliaia di sbarchi al giorno…

Ma per favoreeeee!”.

Ma la replica della deputata dem non tarda a comparire. Sul suo profilo la Boschi scrive: “Gli insulti di Salvini. Stesso schema di odio social sdoganato ai tempi delle banche. Mi spiace il silenzio di tanti e di tante. Ma non mollo, non taccio. Per me fare opposizione significa non avere paura di Salvini e di quelli come lui”.

Il Partito Democratico sostiene Boschi

In sostegno della deputata attaccata da Matteo Salvini giunge il commento del segretario dem Nicola Zingaretti: “Da diversi giorni si sta muovendo una galassia di profili social, tutti dell’orbita di Salvini, che passano il proprio tempo ad agitare la gogna contro esponenti del Pd. Oggi è il turno di Maria Elena Boschi, cui va la solidarietà del partito. Al ministro dell’Interno Salvini, sotto il cui dicastero opera la polizia postale, chiediamo di vigilare e reprimere questo genere di offese e insulti a partire dai suoi profili gestiti da dipendenti della sua segreteria al Viminale”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Laura Pellegrini
Classe 1998, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società" con un grande sogno nel cassetto: costruire una carriera internazionale e un nome nel giornalismo politico. Amante dei viaggi e curiosa rispetto ai fatti di attualità, insegue con determinazione il suo obbiettivo.