Riforma fiscale, Conte convoca i sindacati
Politica

Riforma fiscale, Conte convoca i sindacati

riforma fisclae
riforma fiscale

La riforma fiscale sarà oggetto di due incontri fissati giovedì pomeriggio a Palazzo Chigi.

Il Presidente del Consiglio, Conte, ha convocato i sindacati a Palazzo Chigi giovedì 25 luglio. Alla riunione, fissata per le ore 16 nella Sala Verde di Palazzo Chigi, prenderanno parte Cgil, Cisl e Uil e l’oggetto sarà la riforma fiscale. “La convocazione a palazzo Chigi e l’avvio di un confronto tra Governo e parti sociali è per noi un fatto positivo – ha commentato Maurizio Landini, segretario generale della Cgil -, frutto anche della riuscita delle iniziative di mobilitazione promosse da Cgil, Cisl e Uil”. “Il nostro obiettivo – ha proseguito Landini – sarà di avviare una discussione, concreta, stringente e costruttiva, che parla dai bisogni reali dei giovani, delle lavoratrici, dei lavoratori e dei pensionati, e sia in grado di affrontare i nodi economici e sociale del Paese in vista della prossima legge di Bilancio”.

Riforma fiscale, giovedì gli incontri

Il Presidente del Consiglio incontrerà giovedì alle 16 i sindacati in merito al tema della riforma fiscale.

Cgil, Cisl e Uil non saranno però gli unici a parlare con Conte. Alle 19, infatti, seguirà un secondo incontro con le sigle Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Casartigiani, Confartigianato, Cna, Confapi, Ance, Confedilizia e Federmanager.

Landini invoca confronto

Il segretario della Cgil chiede in particolare un confronto sui temi che i sindacati rivendicano “nella piattaforma unitaria che abbiamo già illustrato a Conte e agli altri esponenti di governo”.”Rilanciare gli investimenti pubblici e privati, a partire dal Mezzogiorno – argomenta -, per creare occupazione stabile e con diritti, avere un’idea di sviluppo basata sulla sostenibilità ambientale e sociale. Rinnovare i contratti di lavoro, qualificare e riformare la Pubblica Amministrazione, estendere il diritto alla conoscenza e alla formazione” dice ancora prima di parlare direttamente della riforma fiscale. “Presentare una vera riforma fiscale che riduca le tasse a lavoratori e pensionati e che combatta seriamente l’evasione fiscale. Dovranno essere queste – conclude Landini – le direttrici del confronto se si vottà realmente risollevare il Paese e farlo tornare a crescere”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Antonella Ferrari
Classe 1995, lodigiana di nascita, grande appassionata di danza, sport e viaggi. Laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano, coltiva da sempre l’interesse per il giornalismo. Dopo aver svolto uno stage nella redazione di un quotidiano locale, da ottobre 2018 collabora con Entire Digital Publishing in qualità di redattrice per Notizie.it.