×

Salvini frena il M5S: “Questa riforma della Giustizia è acqua fresca”

"Questa riforma non prevede interventi incisivi" sostiene Matteo Salvini, riferendosi alla riforma della Giustizia targata M5S.

riforma della Giustizia Matteo Salvini Anfonso Bonafede

La riforma della Giustizia approda in Consiglio dei ministri. Luigi Di Maio afferma: “Non vedo perché la Lega si debba opporre”. Nonostante questo, Matteo Salvini bolla la proposta del ministro Alfonso Bonafede come “acqua fresca”.

Di Maio: “Lega non blocchi la riforma della Giustizia”

“Oggi il nostro Alfonso Bonafede porta in Consiglio dei ministri una riforma epocale sulla giustizia. Una riforma che sanziona i magistrati che perdono tempo e che riduce drasticamente i tempi dei processi civili e penali rilanciando investimenti e crescita. Basta indagati a vita, chi sbaglia paga e subito. Basta aspettare anni prima di essere risarciti. Basta con le spartizioni di potere al CSM” annuncia soddisfatto su Facebook Luigi Di Maio.

“Mi auguro che – esorta quindi il vicepremier pentastellato – nessuno pensi di bloccarla, sarebbe un grave danno al Paese”.

Il monito è rivolto all’alleato di governo. Sempre via social, Matteo Salvini infatti tuona: “Non è il momento della timidezza e delle mezze misure. – sostenendo – Questa riforma non prevede interventi incisivi“. Il vicepremier leghista elenca quindi quei provvedimenti che a suo parere rendono la riforma proposta dal ministro della Giustizia “acqua fresca”.

La replica di Alfonso Bonafede

“Non si parla di separazione delle carriere, secondo noi fondamentale; non si interviene sul merito, né sulle attenuanti generiche”, osserva per esempio il ministro dell’Interno. “Si deve fare una riforma vera, – dichiara quindi – imponente e coraggiosa in cui chi sbaglia, paga”.

“Ci vediamo in Cdm, non su Facebook e, forse, potrò finalmente sentire – replica Alfonso Bonafede – le argomentazioni visto che in preconsiglio nessuno ha detto nulla. So, però, con certezza che la riforma dimezza i tempi dei processi, favorisce l’economia e gli investimenti, dà tempi certi a chi è coinvolto in un processo e rompe finalmente i rapporti torbidi fra magistratura e politica”.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora