Crisi di governo, Salvini contro Conte sulla data delle elezioni
Politica

Crisi di governo, Salvini contro Conte sulla data delle elezioni

salvini infuriato

Nelle ore di crisi del governo, c'è stato un nuovo scontro tra Salvini e il premier Conte riguardo alla data delle elezioni.

La tensione al governo è sempre più alta. Da quando la Lega ha presentato il 9 agosto in Senato la mozione di sfiducia al premier Conte, lo scontro ora è in vista del voto. Si deve decidere la data in cui si terranno le elezioni per formare il nuovo governo. Matteo Salvini ha dettato le sue regole più volte ma il premier Conte non è affatto intenzionato a prendere ordini dal ministro dell’Interno.

La data delle elezioni

Matteo Salvini vuole che le elezioni si tengano il prima possibile. Il leader della Lega, reduce dal successo alle Europee, non vuole perdere i consensi conquistati ed è intenzionato a salire al potere. Anche il 9 agosto ha ribadito la sua idea al Tg1: “Gli austriaci voteranno il 29 settembre, in Polonia il 13 ottobre, spero che gli italiani votino entro lo stesso periodo”. Il premier Giuseppe Conte ha fatto sapere più volte nel giorno della crisi che il suo vice non può dettare i tempi.

Riguardo alle ipotesi di alleanze il ministro dell’Interno non ha ancora chiarito le sue intenzioni: “Non si è deciso se correremo da soli abbiamo un’idea di Italia che sottoporremo a chi la condivide con noi”.

Le intenzioni del M5S

Per ora ha convocato tutti i parlamentari del partito per lunedì 12 agosto alle 18, stesso giorno in cui è prevista la riunione dei parlamentari M5S. “Per affrontare insieme questo delicato momento politico e confrontarci sui prossimi passi lunedì 12 agosto alle ore 10.30, presso l’Auletta dei Gruppi della Camera è convocata l’Assemblea congiunta Camera e Senato, alla presenza del capo politico Luigi Di Maio. Siete tutti caldamente invitati a partecipare”: è stato il messaggio del M5S alla Camera, Francesco D’Uva, nella lettera di convocazione. I pentastellati puntano sulla necessità che passi subito il taglio sul numero dei parlamentari e prende in considerazione la possibilità di una raccolta firme. Queste operazioni potrebbero allungare i tempi della crisi di governo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Francesca Sofia Cocco
Nata a Cagliari nel 2000, si è diplomata al liceo classico con 100 e lode e frequenta l'Università Bocconi di Milano. Nel 2015 ha iniziato a collaborare con l'Unione Sarda, per cui scrive articoli di cronaca, cultura, spettacolo e opinione. Ha partecipato come inviata in sala stampa per Radio Bocconi al Festival della canzone italiana di Sanremo 2019.